Philipps University Marburg

Introduzione

Leggi la descrizione ufficiale

Essendo l'università più ricca di tradizione dell'Assia, la Philipps-Universität unisce la ricerca innovativa con un supporto esemplare per giovani studiosi e ricercatori, con un'offerta accademica attraente in un ambiente affascinante con un centro storico medievale. Il focus accademico della Philipps-Universität - con 12 vincitori del Leibniz Prize, uno dei principali istituti di ricerca di Hesse - è sui campi della ricerca sulle infezioni e sui tumori, microbiologia sintetica, scienze dei materiali, neuroscienze cognitive e applicate, ricerca sulle dinamiche del linguaggio, biodiversità e clima ricerca e ricerca sui conflitti.

La Philipps-Universität non è solo un'università tedesca ricca di tradizione, è anche la più antica università del mondo fondata come istituzione protestante nel 1527. È stata un luogo di ricerca e insegnamento per quasi cinque secoli.

Al giorno d'oggi ci sono circa 25.000 studenti che studiano a Marburg, il 12 per cento da tutto il mondo.

Quasi tutte le discipline scientifiche, ad eccezione delle scienze ingegneristiche, sono rappresentate alla Philipps-Universität Marburg . Le diverse discipline sono assegnate a 16 diversi dipartimenti.

Numerose organizzazioni completano e arricchiscono la gamma di servizi dell'università. Ad esempio, tali organizzazioni possono svolgere attività di ricerca speciali o sostenere la Philipps-Universität Marburg nei settori della comunicazione, dell'informatica e delle lingue straniere.

145470_pexels-photo-5676744.jpeg

Storia dell'Università di Marburg

Fondazione di Landgrave Philipp: un'università tra luteranesimo e calvinismo (1527-1653)

Il 30 maggio 1527 il Langravio Filippo il Magnanimo d'Assia fondò l'Universität Marburg dopo aver introdotto la Riforma nel suo territorio; anche l'Università porta il suo nome dall'inizio del XX secolo. La più antica università protestante del mondo ancora esistente iniziò a funzionare con 10 professori e circa 90 studenti nelle quattro facoltà di teologia, legge, medicina e filosofia. Dopo la morte di Filippo nel 1567, il suo territorio fu diviso tra i suoi quattro figli e inizialmente i figli diressero l'università insieme. I conflitti confessionali spinsero il nipote di Philipp, il Langraio Luigi V d'Assia-Darmstadt, a fondare la sua università nel 1607 a Giessen, che era luterana, a differenza di Marburg, che a quel tempo era calvinista.

Università statale riformata di Hessen-Kassel (1653-1807)

Il conflitto, che durante la Guerra dei Trent'anni si svolse anche militarmente, portò a un'interruzione della vita universitaria a Marburg. L'università ristabilita vincolò i suoi professori alla denominazione riformata. La nomina nel 1723 del filosofo Christian Wolff, uno dei pensatori più influenti dell'Età dell'Illuminismo, innescò un periodo di avanzamento per Marburg e attirò studenti da vicino e da lontano, tra cui lo studioso universale russo Michail Lomonossow. A partire dagli anni '80 del Settecento le cose ripresero a riprendersi, con l'aiuto di rinomati professori di medicina che giocarono un ruolo decisivo. Poco dopo il 1800, il giurista Friedrich Carl von Savigny ha lavorato come professore e mentore per i due più noti studenti di Marburg, Jacob e Wilhelm Grimm.

L'Università nel Regno di Westfalia e l'Elettorato dell'Assia (1807-1866)

Con l'istituzione del Regno di Westfalia nel 1807 sotto il governo del fratello più giovane di Napoleone, Jérôme, l'esistenza stessa della Marburg Universität era in bilico. Oltre alle università di Gottinga e Halle, doveva esserci solo un'altra università nel regno. Marburg ha ricevuto - a differenza di Rinteln e Helmstedt - il contratto. Nel 1858 fu costruito un moderno reparto chirurgico presso l'Università, che divenne nuovamente un'università statale dell'Elettorato d'Assia nel 1813. Wilhelm Roser vi lavorava. L'avvocato costituzionale Sylvester Jordan lavorò alla costituzione del 1831 dell'Elettorato d'Assia, sebbene fu incarcerato nel castello di Marburg nel 1839. Il noto chimico Robert Bunsen stava anche completando la ricerca e l'insegnamento a Marburg in quel periodo.

1874 - Marburg diventa prussiana (1866-1933)

Nel 1866 la Marburg Universität divenne prussiana. Insieme a questo è arrivato un boom in tutti i sensi della parola. Il numero delle cattedre è raddoppiato all'inizio della prima guerra mondiale e il numero degli studenti è salito a 2.500. Intorno al 1900 professori rinomati insegnavano in tutti i dipartimenti di Marburg. I filosofi Hermann Cohen e Paul Natorp fondarono in questo periodo la cosiddetta "Scuola di Marburg". Il primo premio Nobel per la medicina fu assegnato nel 1901 allo scopritore della siero terapia contro la difterite e professore di igiene, Emil von Behring. La "Alte Universität" fu costruita dal 1874 al 1891 sul posto del fatiscente chiostro domenicano. Nel 1908, le prime studentesse furono autorizzate a immatricolarsi all'università. Il prestigio accademico di Marburg era alto negli anni '20. Martin Heidegger e Rudolf Bultmann insegnavano a Marburg. Il corpo studentesco era, tuttavia, in gran parte nazionalista. Il cosiddetto Marburg Student Corps ha svolto un ruolo significativo negli omicidi di Mechterstädt, in cui 15 lavoratori sono stati uccisi.

Governo nazionalsocialista e riapertura dopo la seconda guerra mondiale (1933-1945)

Dopo la presa del potere da parte dei nazisti nel 1933, l'autogoverno accademico fu eliminato e, come in tutta la Germania, il Führerprinzip fu introdotto alla Marburg Universität. Anche professori e studenti furono costretti a lasciare le loro posizioni a Marburg. Uno di loro - Hermann Jacobsohn, professore di studi indo-germanici - si è suicidato. Le tesi di dottorato di ebrei furono dichiarate non valide, e non solo durante la guerra la Biblioteca dell'Università di Marburg trasse profitto anche dal furto su larga scala di libri da parte dei nazionalsocialisti. La Facoltà di Teologia, in particolare Hans von Soden e Rudolf Bultmann, si oppose ai paragrafi ariani e sostenne la Chiesa confessionale. Entro il semestre primaverile del 1931, l'Organizzazione studentesca nazista aveva già ottenuto la maggioranza nel senato studentesco di Marburg. Un'università autoritaria e completamente ideologizzata non era più in grado di esibirsi ad un livello elevato in termini di prestazioni accademiche e scientifiche, e con lo scoppio della guerra nel 1939 questi sviluppi peggiorarono.

L'Università dal 1945

Marburg ha sopportato la seconda guerra mondiale in gran parte indenne. Già nel settembre 1945 l'Universität riaprì. Come altrove, venire a patti con il nazionalsocialismo faceva parte del retroterra del movimento studentesco alla fine degli anni '60. Lo scienziato politico marxista Wolfgang Abendroth ha avuto un'enorme quantità di fascino accademico e politico. Ha contribuito alla reputazione di Marburg come "università rossa". Allo stesso tempo, la Philipps-Universität si stava anche sviluppando in una moderna università per le masse, con circa 10.000 studenti intorno al 1970. L'espansione di Marburg può essere letta spazialmente: numerosi nuovi edifici per l'amministrazione, gli istituti di scienze umane e la biblioteca principale erano fondamentali sviluppi negli anni '60. Per le scienze naturali e la medicina, a partire dal 1970, furono costruiti enormi edifici - inclusa la clinica universitaria - in cima al Lahnberge.

Il 1970/71 ha avuto un profondo effetto sulla storia dell'università. C'è stata una fondamentale riorganizzazione. La carica di Rettore è stata eliminata e sostituita da un Presidente. Le facoltà - che ora erano arrivate a cinque - furono sciolte e sostituite da 21 dipartimenti.

Il cosiddetto Processo di Bologna, la privatizzazione della Clinica e nuovi piani di costruzione - sia in cima al Lahnberge che nella valle del fiume Lahn - hanno introdotto l'ennesima fase tempestosa dello sviluppo dell'università, senza fine o risultati in vista. L'università ha attualmente 16 dipartimenti e circa 25.000 studenti.

145484_pexels-photo-3184325.jpeg

Servizio di raccolta fondi e Alumni

La nostra unità di personale coordina le campagne di raccolta fondi per progetti presso la Philipps-Universität che hanno un ulteriore vantaggio per studenti, insegnanti e regione. Ti invitiamo cordialmente ad unirti a noi nel plasmare il futuro dell'università: con una donazione per la nostra attuale campagna in serra, con il sostegno della borsa di studio della Germania o del Corona Emergency Aid Fund o una borsa di studio gratuita. Vorremmo presentarvi le nostre opportunità di finanziamento e i nostri successi qui. Non vediamo l'ora di metterti in contatto con te.

La vita in UMR

Alla Philipps-Universität Marburg , accogliamo studenti e studiosi internazionali da oltre 500 anni. Ci troverete nella bellissima città medievale di Marburg, lungo il percorso fiabesco tedesco nello stato dell'Assia. Qui, la tradizione e la storia dei tuoi dintorni ti incanteranno e ti ispireranno, e il nostro spirito amichevole di piccola città ti farà sentire a casa non appena sarai arrivato.

Che tu venga da noi come studente, dottorando, ricercatore o come insegnante di scambio o amministratore, grandi opportunità ti aspettano a Marburg. Camminerai sulle orme di grandi menti come Emil von Behring, il primo vincitore del Premio Nobel al mondo; il chimico di fama mondiale Robert Bunsen; ei fratelli Grimm, le cui storie hanno viaggiato dall'Assia agli angoli più remoti del globo. Come si suol dire: altre città hanno un'università - Marburg è un'università.

Sedi

Marburg

Address
Biegenstraße,10
35037 Marburg, Assia, Germania

Borsa di studio Keystone

Scopri le opzioni che la nostra borsa di studio può darti