Masters in Management of Museum Services

Generale

Descrizione programma

Contesto di Riferimento

Storicamente, nel campo della valorizzazione dei beni culturali, la gestione dei servizi aggiuntivi dei musei, seppur salutata come “novità rivoluzionaria”, è quella che, più di altre, ha avuto notevoli difficoltà ad essere tradotta in un modello gestionale in grado di trovare un equilibrio tra i differenti attori coinvolti.

Dal 2014, nell’ambito della riforma del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, è stata avviata un’importante trasformazione tesa a rafforzare le politiche di tutela e di valorizzazione del nostro patrimonio dando maggiore autonomia ai musei. Con il decreto musei, firmato il 23 dicembre 2014, è finalmente riconosciuto il museo, fino ad oggi semplice ufficio della Soprintendenza, come istituto dotato di autonomia tecnico scientifica che svolge funzioni di tutela e valorizzazione delle raccolte assicurandone e promuovendone la pubblica fruizione. Questo rilevante cambiamento si traduce in un sistema museale fatto di 20 musei autonomi e di una rete di 17 Poli regionali che dovrà favorire il dialogo continuo fra le diverse realtà museali pubbliche e private del territorio per dar vita ad un’offerta integrata al pubblico; una rivoluzione della gestione dei servizi aggiuntivi museali che oltre ad essere fonte di risorse economiche, potranno essere oggetto di progetti di valorizzazione da parte dei nuovi direttori dei musei.

Nel panorama museale italiano tuttavia l'aspetto dei servizi è poco sviluppato e vi è quindi la necessità di avere delle professionalità "complesse", capaci di creare e proporre prodotti sempre più accattivanti e innovativi, di abbinare alle conoscenze artistiche e umanistiche, delle competenze in termini di marketing, comunicazione, management sempre più all’avanguardia che rendano possibile una gestione dei servizi aggiuntivi dei musei che sia all'altezza delle nuove esigenze.

Obiettivi

L’obiettivo di questo Master è quello di fornire gli strumenti per poter progettare, gestire e implementare i servizi aggiuntivi dei musei e quindi formare professionalità capaci di inserirsi in un contesto lavorativo fortemente richiesto che oggi richiede capacità manageriali specifiche e altamente specializzate.

Per raggiungere questo fine, il Master è svolto in collaborazione con l'Associazione Mus.e di Firenze e si caratterizza soprattutto per l'attività progettuale durante la quale i partecipanti avranno modo di confrontarsi con la realtà del settore e con le delicate dinamiche del lavoro in team per poter elaborare un reale progetto operativo.

Figura Professionale

La figura professionale di riferimento è quella di un manager di elevata cultura ed esperienza, che sappia tenere di conto delle innovazioni e dei profondi mutamenti che il settore sta vivendo. Tale figura professionale avrà conoscenze specifiche dei servizi museali quali i servizi d’informazione e accoglienza del pubblico, di biglietteria, anche on line, di servizi di guida, assistenza e didattica, organizzazione di mostre, manifestazioni ed eventi, servizi editoriali, vendita, e-commerce, catering, ristorazione e delle problematiche ad essi connesse compresa anche quella del personale, il tutto raggiunto anche attraverso l’acquisizione di competenze informatiche.

Iter Formativo, Orari e Sedi

Prima Fase (15 maggio 2017 – 08 dicembre 2017): lezioni teoriche, laboratori progettuali, esercitazioni pratiche, visite a imprese del settore, conferenze e interventi di esperti, seminari di studio, ricerca e documentazione, verifiche e valutazioni.

Workshop progettuale per l'ideazione, organizzazione e promozione di un evento culturale.

Seconda Fase (08 gennaio 2018 - 27 aprile 2018): minimo 4 mesi di stage formativo da svolgere in Italia o all'estero. Esami Finali.

Destinatari

ll Master è riservato a:

  • laureati del vecchio e nuovo ordinamento didattico in Lettere, Storia e Conservazione dei Beni Culturali, Operatori per i Beni Culturali, Architettura, Filosofia e simili;
  • laureati del nuovo ordinamento didattico in tutte le lauree rientranti nella classe di Scienze dei Beni Culturali, di Tecnologie per la conservazione e il restauro dei Beni Culturali, di Conservazione e restauro del patrimonio storico-artistico, di Storia dell’arte e simili; e inoltre a laureati in Scienze del turismo per i Beni Culturali, Economia del territorio e del turismo, Comunicazione e gestione nei mercati dell’arte e della cultura e simili;
  • laureati in tutti gli altri corsi di laurea, previa valutazione da parte del Comitato Scientifico;
  • studenti che abbiano conseguito pari titolo presso Università straniere. Please be aware that this course is taught in Italian. A B2 level in the European Common Framework is required before beginning the course. Language support is availble during the course. Please contact the Secretariat for advice about intensive Italian language programmes.
Ultimo aggiornamento Febbraio 2018

Sulla scuola

Palazzo Spinelli Non Profit Association was founded in 1998. Palazzo Spinelli's aim is to safeguard world cultural heritage by promoting, organising and managing initiatives for the study, conservatio ... Ulteriori informazioni

Palazzo Spinelli Non Profit Association was founded in 1998. Palazzo Spinelli's aim is to safeguard world cultural heritage by promoting, organising and managing initiatives for the study, conservation, restoration, promotion and fruition of cultural and artistic heritage. Leggi meno