Master in studi europei e internazionali avanzati - Integrazione europea

Generale

8 località disponibili

Descrizione programma

"Imparare e vivere l'Europa"

La sezione Integrazione europea e studi globali del Master in Studi avanzati europei e internazionali (MAEIS) è rivolta agli studenti che hanno completato gli studi universitari. Il suo obiettivo è fornire agli studenti una visione globale delle sfide politiche, sociali, economiche e culturali del mondo di oggi.

Il MAEIS è un programma di un anno , suddiviso in tre termini di studio più uno stage opzionale (3-6 mesi).
I moduli didattici sono (per una descrizione dettagliata vedi sotto):

  • Conflitto e cooperazione nel sistema internazionale
  • Integrazione europea e azione esterna
  • Federalismo e governance multilivello
  • Globalizzazione economica e sviluppo sostenibile
  • Workshop di competenze professionali

Il MAEIS è un programma internazionale, interdisciplinare e itinerante. Seguendo lo slogan "Imparare e vivere l'Europa", i partecipanti ruotano ogni trimestre, spostando il loro luogo di studio da Berlino a Nizza e poi a Roma o Istanbul, a seconda della scelta.

Il programma consente agli studenti provenienti da tutto il mondo di sviluppare una comprensione approfondita del ruolo dell'Unione europea in un mondo sempre più complesso e turbolento. Dalla risoluzione dei conflitti internazionali ai negoziati sugli accordi commerciali, alla promozione della democrazia o alle strategie di sviluppo sostenibile, gli studenti scoprono come le istituzioni, le politiche e gli attori dell'UE modellano questo ruolo esplorando casi di studio e discutendo con esperti sul campo.

Laurea e riconoscimento

Gli studenti che completano con successo il programma ricevono due certificazioni alla fine dell'anno accademico:

  • Master in studi europei e internazionali avanzati: questo è il diploma di CIFE , che certifica il completamento con successo del curriculum accademico e la concessione di 60 crediti ECTS a livello di Master (o 90 ECTS incluso lo stage opzionale).
  • La qualifica di laurea Chargé de Mission en Organisations Européennes et Internationales (Responsabile delle politiche in organizzazioni europee e internazionali): Questa qualifica è riconosciuta dallo stato francese come titolo di Master (livello 7 dell'EQF).

Prospettive di carriera: i laureati dei programmi del Master CIFE lavorano come alti funzionari delle istituzioni europee, responsabili delle politiche nell'ambito delle Nazioni Unite, amministratori, diplomatici, consulenti, ricercatori per gruppi di riflessione, lobbisti ed esperti accademici.

Requisiti per l'ammissione

Questo corso di laurea si rivolge a studenti che hanno già completato un primo grado (minimo tre anni di studio a livello universitario - Laurea triennale).

Inoltre, gli studenti devono avere una buona conoscenza della lingua inglese.

Puoi trovare informazioni più dettagliate sulla procedura di candidatura su http://www.ie-ei.eu

La scadenza per le domande per l'anno accademico 2020/21 è il 15 maggio 2020.

Panoramica dell'anno accademico

Il primo mandato inizia a Berlino. Comprende lezioni sulle basi di tutti e quattro i moduli (Relazioni internazionali, Integrazione europea, Economia e globalizzazione e Federalismo e governance), completate dal seminario «Gestione del ciclo di progetto», la parte centrale del quinto modulo "Workshop di competenze professionali". Il nostro partner a Berlino, l'Institut für Europäische Politik, dialoga con esperti dell'UE e di organizzazioni internazionali.

Il secondo mandato inizia a gennaio a Nizza , sulla Costa Azzurra. Qui, l'insegnamento prosegue concentrandosi sulle esperienze dei paesi dell'Europa orientale e centrale a seguito della loro adesione all'Unione europea, nonché sui problemi fondamentali che la Turchia e altri futuri paesi candidati devono affrontare. Durante questo periodo i partecipanti sostengono gli esami di medio termine.


Un viaggio di studio di una settimana porta gli studenti alle istituzioni europee e alle organizzazioni internazionali a Bruxelles, Strasburgo, Lussemburgo.

Per il terzo mandato:

- A Roma , particolare attenzione è riservata alla regione del Mediterraneo e all'Africa, con particolare attenzione alle problematiche della migrazione, della povertà e della sicurezza alimentare. Gli studenti visiteranno le pertinenti istituzioni delle Nazioni Unite. I corsi sono organizzati in collaborazione con il partner a lungo termine del CIFE , l'Università L'EuroSapienza e l'Istituto Affari Internazionali (IAI).

- A Istanbul , gli studenti esaminano il cambiamento delle relazioni UE-Turchia e si concentrano sugli studi di area della regione del Mar Nero, del Caucaso inclusa la PEV e dell'Asia centrale. A Istanbul, i corsi sono organizzati in collaborazione con la Istanbul Bilgi University, partner del CIFE . Gli studenti avranno l'opportunità di portare avanti il loro lavoro di ricerca, poiché sono liberi da obblighi durante le ultime settimane del mandato.

Il programma si conclude con la difesa della tesi e degli esami orali. Con la loro laurea, gli studenti diventano parte della rete mondiale di CIFE studenti del CIFE .

Dopo la laurea, gli studenti che hanno scelto l'opzione di tirocinio svolgeranno uno stage professionale (da tre a sei mesi). Lo stage può essere svolto presso un'istituzione europea, un'organizzazione internazionale, diplomazia nazionale, società di consulenza, organizzazioni non governative o istituti di ricerca. Alla fine del tirocinio, gli studenti presentano un rapporto di tirocinio sostanziale, che viene valutato da una commissione di esaminatori. Il Master, il tirocinio e la relazione di tirocinio convalidata porteranno ad un grado equivalente a 90 ECTS.

Moduli didattici

  • Conflitto e cooperazione nel sistema internazionale

Il modulo mira ad arricchire la comprensione degli studenti delle somiglianze, differenze e interazioni delle politiche estere nazionali in un mondo globalizzato. Considera i modelli emergenti della politica internazionale, compresi il diritto internazionale e i tribunali internazionali, la globalizzazione e le relazioni transatlantiche, nonché la gestione dei conflitti.

  • Integrazione europea e azione esterna

All'inizio del nuovo millennio, l'Unione europea può contare su risultati notevoli come il completamento dell'unione monetaria. D'altro canto, l'UE deve affrontare sfide sostanziali: i nuovi Stati membri dell'Europa centrale e orientale devono essere pienamente integrati, le istituzioni dell'UE devono essere riformate, un'identità comune per le politiche estere e di sicurezza deve essere rafforzata e l'accettazione di l'UE tra le popolazioni dei suoi Stati membri deve essere rafforzata. Questo seminario mira a familiarizzare gli studenti, che diventeranno la prossima generazione di decisori europei e internazionali, con una conoscenza approfondita delle strutture, delle istituzioni e dei problemi dell'Unione Europea. Ci concentriamo, in primo luogo, sullo sviluppo storico dell'unificazione europea e poi proseguiamo analizzando le istituzioni dell'Unione e studiando le basi del diritto dell'UE. L'ultima parte del programma è dedicata alle diverse politiche dell'UE e sottolinea in particolare le sfide dell'allargamento.

  • Federalismo e governance multilivello

Negli ultimi quindici anni, il federalismo ha vissuto una rinascita come campo di studio internazionale. In questo quadro, si possono prendere in considerazione tre importanti sviluppi. Il primo è lo studio dell'Unione Europea, che non viene più analizzato come un processo di integrazione ma come un'istituzione federale da un approccio comparativo. Il secondo sviluppo è la governance multilivello, che può essere concepita come un'estensione del federalismo in quanto tratta qualsiasi forma del sistema istituzionale multilivello. Questo approccio cooperativo / competitivo sembra comprendere le conseguenze istituzionali del processo di globalizzazione nelle società postindustrializzate e del conseguente mutamento della natura della sovranità negli stati interessati. Alla fine, il federalismo è diventato uno strumento di risoluzione dei conflitti, al fine di risolvere conflitti violenti in tutto il mondo. Esempi includono Bosnia ed Erzegovina, Etiopia, Iraq e Nepal. È anche percepita come una soluzione per Siria, Cipro, Ucraina, Libia ... Inoltre, sono emersi nuovi discorsi federali in paesi storicamente centralizzati. Sembra che tutti questi sviluppi condividano uno stesso quadro concettuale multilivello, indicato come federalismo. In quanto tali, si aggiungono alle più vecchie questioni federali, come la cooperazione politica, la rappresentanza democratica, le questioni relative alle minoranze e il coordinamento economico. Tuttavia, comprendere l'evoluzione contemporanea del significato federale e dei suoi usi principali richiede un pensiero analitico innovativo. Questo modulo riunirà questi nuovi approcci e metterà in evidenza la natura mutevole del federalismo in un mondo sempre più complesso.

  • Globalizzazione economica e sviluppo sostenibile

L'obiettivo principale di questo modulo è quello di far luce sulle forze chiave che modellano i processi di globalizzazione economica nelle loro varie dimensioni: commercio internazionale, mercati finanziari, questioni valutarie, ecc. Senza entrare nei dettagli della teoria economica, il modulo aiuta gli studenti a capire il contributo di queste forze trainanti fondamentali allo sviluppo economico a lungo termine e alla grave crisi economica. Al di là di un'ampia panoramica dello stato attuale dell'economia mondiale, l'obiettivo è comprendere come la globalizzazione si riferisca al problema della governance economica internazionale e descrivere istituzioni, attori e processi in atto quando si tratta di sfide di cooperazione al fine di risolvere problemi di gestione economica dei beni pubblici come dinamismo commerciale, stabilità finanziaria o cooperazione monetaria. Il modulo pone un focus specifico sul ruolo dell'UE come attore economico sulla scena globale, con le sue opportunità e sfide guidate sia dalle evoluzioni specifiche europee sia dalle tendenze della globalizzazione. Infine, il modulo propone un'introduzione ai problemi dello sviluppo sostenibile globale (cambiamenti climatici, accesso all'acqua, ecc.), In quanto sono tra le sfide più decisive che daranno forma al futuro dell'economia mondiale.

  • Workshop di competenze professionali

Questo modulo fornisce ai partecipanti abilità e competenze professionali che consentiranno loro di lavorare nel contesto delle organizzazioni europee e internazionali: gestione del ciclo di progetto, gestione interculturale, mediazione e negoziazione internazionali, redazione di position paper e raccomandazioni politiche.

Puoi anche guardare il nostro video per conoscere l'esperienza dei nostri partecipanti!

Ultimo aggiornamento Novembre 2019

Sulla scuola

The Centre international de formation européenne (CIFE) was created in 1954. Its founders, in particular Alexandre Marc, understood the urgent necessity to train professionals and citizens in the subj ... Ulteriori informazioni

The Centre international de formation européenne (CIFE) was created in 1954. Its founders, in particular Alexandre Marc, understood the urgent necessity to train professionals and citizens in the subject of a united Europe. CIFE is a private non-profit-making international organisation which includes several European studies courses as well as conferences, seminars and publications. Leggi meno
Berlino , Bello , Bruxelles , Budapest , Canterbury , Roma , Istanbul , Tunisi + 7 Più Meno