Master BIM Manager

Generale

Scopri maggiori informazioni su questo programma sul sito della scuola

Descrizione programma

Questo Master offre una formazione avanzata per i manager BIM che impareranno a gestire progetti integrati di ogni tipo e dimensione. A partire dall'approccio del Parlamento europeo agli appalti (direttiva sugli appalti pubblici dell'Unione europea, EUPPD) e dall'attuazione delle procedure BIM nella progettazione delle costruzioni per lavori pubblici, finanziato dall'UE dal 2016, il corso fornisce una comprensione approfondita dei regolamenti, elaborazione dei dati e ruoli chiave nell'ambiente BIM, per poi entrare in molte applicazioni pratiche. Sia le conoscenze teoriche che pratiche consentiranno agli studenti di gestire progetti integrati, con l'aiuto del software più utilizzato.

Più di 20 software diversi saranno illustrati dalle tre software house con cui abbiamo collaborato: Autodesk, Bentley e Harpaceas. La formazione di base si concentra fortemente sulle opportunità di miglioramento durante la fase di acquisizione, la convalida del progetto, il controllo delle interferenze e l'avanzamento dei lavori. Particolare attenzione verrà data ai casi studio e ai compiti a casa. Il percorso formativo è imperniato sugli strumenti BIM utilizzati per la gestione di progetti integrati.

La progettazione architettonica, l'eurodeputato, la progettazione energetica e strutturale, nonché la gestione delle costruzioni, sono assistite da un software BIM compatibile. In effetti, verrà mostrato come utilizzare tali procedure e software non solo per gestire la costruzione di nuove opere strutturali e infrastrutturali, ma anche per trovare le migliori soluzioni tecniche per la ristrutturazione di edifici esistenti.

Alcune opportunità di lavoro professionale che aprirà questo master specializzato includono il lavoro presso società di costruzioni, produttori di tecnologie di costruzione, società di ingegneria e progettazione architettonica e pubbliche amministrazioni. Gli studenti online si prenderanno cura dello stage da soli perché come professionisti del lavoro tradurranno semplicemente le loro ore di lavoro in ore di stage. Tutte le lezioni saranno offerte sia in italiano che in inglese .

122215_shutterstock_1369142207.jpg

Master in modalità e-learning

Ogni studente avrà accesso al proprio account personale sulla piattaforma di e-learning Moodle (che è tra le piattaforme più utilizzate a livello globale per l'apprendimento permanente online). Qui lo studente troverà tutti i video delle lezioni in streaming, tutto il materiale didattico scaricabile come file pdf, il calendario delle lezioni e i contatti di tutti gli insegnanti.

Tramite il proprio account personale ogni studente sarà in grado di seguire le lezioni in due modi: il modo sincrono mentre le lezioni saranno tenute in classe e lo studente sarà in grado di partecipare come se fosse presente; e la Via Asincrona dopo i video delle lezioni, il materiale didattico e i contatti dell'insegnante saranno caricati sulla piattaforma e rimarranno a disposizione di tutti gli studenti ogni ora del giorno, ogni giorno della settimana, e per tutta la durata del maestro.

Pertanto, anche dopo la fine delle lezioni, tutti gli studenti avranno molti più mesi per accedere ai loro account personali sulla piattaforma e approfondire quanto ritengono necessario e utile nel contenuto di tutte le lezioni. Fino a quando non scriveranno e difenderanno la tesi di laurea, e infine si laureeranno.

Moduli didattici

Introduzione: la rivoluzione digitale e i suoi impatti sulla scena nazionale e internazionale: la quarta rivoluzione industriale è caratterizzata da una rapida innovazione tecnologica, in particolare nell'area digitale in rapida crescita dell'economia. Pertanto, l'uso di processi digitali per una migliore gestione patrimoniale è diventato una necessità internazionale in diversi livelli di applicazione, dai singoli edifici alla scala territoriale. I processi di digitalizzazione come il BIM (Building Information Modeling) e le loro applicazioni sono uno strumento utile che mira non solo alla progettazione, ma anche alla gestione dell'intero ciclo di vita delle costruzioni artificiali nelle aree locali.

Le esperienze internazionali diventano, in questo momento di rapida evoluzione e innovazione, essenziali per soddisfare le numerose esigenze provenienti dalle aree in cui operano il BIM, e in generale la digitalizzazione. Il potenziale BIM è illustrato attraverso la prospettiva del design integrato, lo stato dell'arte attuale e l'esperienza precedente.

Regolamenti e standard BIM: il quadro normativo e il BIM costituiscono un collegamento importante in costante evoluzione. I due si confrontano in termini di livelli, processi, procedure e categorie professionali nazionali e internazionali. I regolamenti e le guide BIM sono oggigiorno elementi fondamentali, sia per le amministrazioni aggiudicatrici che per coloro che utilizzano il BIM per la consulenza. Particolare attenzione è rivolta alla direttiva europea sugli appalti pubblici (EUPPD), al nuovo codice degli appalti e al BIM (DM Baratono), alla proprietà dei dati, alle responsabilità principali, ai nuovi contratti, alla copertura assicurativa e ai nuovi moduli di partenariato.

Diventare un gestore BIM certificato: questa unità didattica si concentra sulle competenze definite nello standard 11337-7 per le figure professionali BIM ed è valida come conoscenza di base per la certificazione BIM Expert. Il modulo è suddiviso in materie relative alle competenze richieste da UNI: gestione del progetto, rilievo digitale, modellizzazione e coordinamento, regolamentazione, hardware e software, contratti, sistemi di gestione.

Gestione del progetto per il BIM: gli argomenti principali trattati in questa unità sono i principi di gestione del programma, la catena del valore immobiliare e il ruolo delle TIC, la collaborazione al progetto e Internet of Everything, i nuovi posti di lavoro creati dal BIM, le procedure, le guide BIM, i requisiti di informazione del datore di lavoro e il piano di esecuzione BIM. Verranno inoltre discussi la direzione esecutiva e la gestione del cambiamento, nonché la creazione di RFI e RFP, il processo di acquisizione, lo scambio di informazioni sull'edificio, l'interoperabilità dei dati (Open BIM, Building Smart, IFC), la gestione dei dati e i cloud.

Dati come risorsa: PIM (Product Information Modeling) e AIM (Asset Information Modeling): al fine di creare gemelli digitali per edifici e infrastrutture, il modello BIM si evolve da uno strumento di rappresentazione digitale a uno più elaborato nel processo di costruzione, noto come PIM (Project Information Model). Da questa fase, aggiungendo informazioni sulle varie fasi di costruzione, è possibile creare il modello di gestione (AIM) che fornisce tutti i dati utili a chi si occuperà della gestione e della manutenzione dell'edificio.

BIM per la creazione di architetture: la modellazione architettonica e l'informatizzazione sono strettamente correlate alle caratteristiche funzionali del progetto. Gli studenti saranno in grado di acquisire competenze nelle procedure di gestione BIM finalizzate alla digitalizzazione, con particolare attenzione ai software più utilizzati come Autodesk, Nemechek e strumenti di rendering. In questa unità verrà fornita anche una panoramica dei programmi utilizzati per modelli complessi come Dynamo, Grasshopper e Python.

BIM per le strutture: questa unità mira a spiegare, dal punto di vista del design integrato, i passaggi per creare l'interfaccia tra i progetti architettonici e strutturali (Revit Str, Tekla Str) e la modellazione FEM per l'analisi con Midas e Robot.

Da BIM a MEP e da BIM a BEM (Building Energy Modeling): gli strumenti per progettare dispositivi meccanici, elettrici e idraulici (MEP) in ambiente Revit e DDS-cad saranno mostrati in questa unità, così come l'analisi delle prestazioni dell'edificio per l'energia e Progettazione ambientale LCA (Life Cycle Assessment). Un focus importante sarà dato alle interfacce tra il modello architettonico, il modello di ingegneria dell'impianto e i modelli di energia statica e dinamica.

BIM per la creazione di infrastrutture: il BIM sarà applicato su scala locale con riferimento a GIS e su scala infrastrutturale. Le procedure e gli strumenti che mirano alla progettazione e all'integrazione delle infrastrutture nel territorio saranno presentati con Infraworks, Civil 3D e altri strumenti.

Coordinamento, revisione e validazione: il BIM, con le giuste impostazioni del modello e le informazioni delle varie discipline, può essere utilizzato come strumento per verificare le interferenze, sia dal punto di vista del controllo del modello sia da quello del controllo del codice. Alla fine di questa unità, gli studenti saranno in grado di descrivere e confrontare strumenti di verifica come Synchro, Naviswork e Solibri (Model Checker).

Pianificazione e elaborazione (4D e 5D): esempi pratici in vari contesti aiuteranno a comprendere meglio il potenziale di strumenti e metodi usati per modellare, coordinare e verificare, con l'aiuto di Synchro e Navisworks.

BIM per l'industrializzazione nelle costruzioni e BIM to Field: questa unità si concentra su salute, sicurezza

Gestione e manutenzione degli edifici (6D e 7D): gli edifici intelligenti e cognitivi stanno rapidamente guadagnando terreno. Il motivo principale alla base di ciò è la loro capacità di ridurre i costi energetici, ambientali ed economici, che sono più influenti durante il ciclo di vita rispetto alla fase di costruzione. A tale scopo, è necessario modellare i gemelli digitali per interfacciarsi con gli strumenti gestionali e domotici più utilizzati. L'unità mostrerà la tecnologia domotica per la gestione energetica e ambientale durante l'intero ciclo di vita dell'edificio. Gli studenti vedranno esempi pratici di H-BIM sia per edifici nuovi che storici.

Analisi dei dati (Business Intelligence e Big Data) e CDE per documenti, dati e modelli: i vantaggi delle nuove pratiche BIM possono essere condivisi non solo tra i dipartimenti di ingegneria in un singolo progetto, ma forniscono anche flussi digitali connessi attraverso un più ampio gamma di Common Data Environment, che porta risparmi a tutti i livelli. Attraverso i flussi digitali, i dati vengono creati e riutilizzati in diverse aree, con un notevole risparmio di tempo, riducendo le rilavorazioni e migliorando l'accuratezza dei dati durante il ciclo di vita dell'infrastruttura.

Ogni designer, consulente e appaltatore in competizione per l'esecuzione del progetto può implementare i propri strumenti digitali preferiti, mentre il CDE raccoglie i contenuti come "componenti digitali". La visualizzazione del progetto 3D Data può essere integrata in altre classificazioni in “4D” e “5D”. Di conseguenza, abbiamo un'illustrazione del progetto durante la fase di esecuzione, ad esempio in cantiere.

L'unità delinea la tecnologia Bentley per l'edilizia:

  • Rilievo, mappatura, geolocalizzazione in alta definizione
  • Concept e modellazione dettagliata per infrastrutture orizzontali e verticali
  • Piattaforma unica Common Data Environment
  • Prossima generazione 4D e 5D
  • Condivisione dei dati dall'ufficio al cantiere

Verrà inoltre delineato il seguente software:

  • ContextCapture
  • OpenRoads ConceptStation, OpenRoads Designer, Openrail
  • AECOsim Building Designer
  • ProjectWise
  • ProjectWise Construction Manager
  • Synchro
  • Navigatore

Requisiti per l'ammissione

Studenti italiani o studenti UE con titoli conseguiti in Italia

  • Qualifica: il conseguimento di una laurea in italiano può essere autocertificato completando lo spazio adeguato sulla domanda di registrazione.

Studenti italiani o studenti UE con titoli conseguiti all'estero

  • Dichiarazione di valore locale fornita dalla Rappresentanza italiana all'estero giurisdizione territoriale (Ambasciata italiana o Consolato italiano) su carta intestata completa con timbro originale;
  • Una traduzione ufficiale della laurea in italiano e legalizzata con timbro originale emesso dall'Istituto di Rappresentanza italiano per la giurisdizione territoriale estera (Ambasciata o Consolato italiano);
  • Titolo accademico in copia originale o certificata dello stesso e se lo studente non dispone dei documenti sopra menzionati deve allegare il certificato originale di laurea che sostituisce completamente il titolo universitario.

Studenti extra UE con titoli conseguiti in Italia

  • Qualifica: il conseguimento di una laurea in italiano può essere autocertificato completando lo spazio adeguato sulla domanda di iscrizione;
  • Una copia del permesso.

Studenti extra UE con titoli conseguiti all'estero

  • Certificato di identità rilasciato dalla rappresentanza diplomatica italiana competente per territorio d'oltremare (Ambasciata o Consolato italiano);
  • Titolo accademico in copia originale o certificata dello stesso e se lo studente non possiede quanto sopra menzionato deve allegare il certificato di laurea in originale che sostituisca completamente il titolo universitario;
  • Una traduzione ufficiale di una laurea in italiano e legalizzata con timbro originale dalla giurisdizione territoriale della Rappresentanza italiana all'estero (Ambasciata o Consolato italiano);
  • Dichiarazione del valore locale della Rappresentanza italiana per giurisdizione territoriale all'estero (Ambasciata italiana o Consolato italiano) su carta intestata completa con timbro originale;
  • Una copia del permesso.

Gli studenti che sono nati in un paese al di fuori dell'UE ma che dichiarano, sulla domanda di registrazione, il possesso della cittadinanza in un paese dell'UE, è necessario allegare una copia di un documento di identità che indica la cittadinanza dichiarata. La mancata presentazione di una copia del documento di identità comporta l'obbligo di consegnare una copia dell'autorizzazione.

La dichiarazione di valore locale deve essere richiesta alla missione diplomatica italiana (ambasciata o consolato d'Italia) nel paese in cui è stata rilasciata la qualifica, la dichiarazione stabilisce il valore locale del grado ottenuto secondo il modello stabilito nella circolare di Ministero della Pubblica Istruzione prot. n. 658 del 21/03/2005. Tale documentazione deve essere ricevuta dal distributore dell'Entità tramite canali diplomatici (Ambasciate e Consolati italiani), per posta o consegnata di persona.


Per iscriversi a uno dei Master of the School, il candidato deve seguire i seguenti passi:

  • Il candidato deve presentare (entro i limiti stabiliti dal Contratto accademico) via e-mail il modulo compilato al colloquio del CV aggiornato una copia del trasferimento di € 100 come richiesto dal modulo.
  • Il candidato verrà contattato telefonicamente o via e-mail per fissare un colloquio di ammissione che non si concentri sul contenuto tecnico ma sulla valutazione del CV e delle motivazioni del candidato.
  • A seguito del colloquio di ammissione, il candidato verrà informato (via e-mail) del risultato. Se il candidato soddisfa i requisiti verrà notificato di conseguenza.
  • Solo a questo punto, il candidato può decidere se procedere con la registrazione o rifiutarla.

In questo caso dovrebbe essere inviato per posta (preferibilmente registrato) a:
Ing. Marco Zucca
Maestro di scuola F.lli Pesenti
POLYTECHNICOF MILANO,
Piazza Leonardo da Vinci,
32 20133 MILANO
ITALIA.

La domanda di registrazione compilata in ogni parte, completata con timbro italiano e due foto del passaporto (una firmata), insieme a una copia del trasferimento della prima rata e il modulo di domanda per la fatturazione.

  • Al ricevimento della documentazione, il candidato sarà registrato nel Master.
Ultimo aggiornamento Marzo 2020

Sulla scuola

Il Politecnico di Milano è un'università statale italiana a carattere scientifico-tecnologico, fondata il 29 Novembre 1863 a Milano con il nome di "Regio Istituto Tecnico superiore". I suoi campi di s ... Ulteriori informazioni

Il Politecnico di Milano è un'università statale italiana a carattere scientifico-tecnologico, fondata il 29 Novembre 1863 a Milano con il nome di "Regio Istituto Tecnico superiore". I suoi campi di studio e ricerca scientifica comprendono l'ingegneria, l'architettura e il design. Il Politecnico rilascia i titoli accademici di laurea, laurea specialistica e dottorato di ricerca ed è sede di diversi corsi di dottorato di ricerca e Master universitari. Attualmente l'Università conta circa 36.000 studenti iscritti. Leggi meno