Il corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche è istituito presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche e appartiene alla Classe per le lauree di II livello in Chimica' (LM-54). L'ordinamento didattico del Corso di Laurea Magistrale, sulla base dei decreti di riordino del DM 270 per l'ottimizzazione dell'offerta formativa, è stato stabilito tenendo conto del numero degli studenti (tra i 16 e i 28 annualmente immatricolati), della disponibilità di docenza che svolge attività di ricerca, degli sbocchi professionali e della possibilità di accesso a programmi dei corsi di Dottorato in Scienze Chimiche e dei servizi e strutture necessarie disponibili per il regolare svolgimento delle attività.

Per l'accesso al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche è necessario possedere una Laurea triennale, ovvero un titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, nonché dei requisiti curriculari e di un'adeguata preparazione personale conformemente a quanto stabilito nell'Ordinamento e nel Regolamento Didattico del corso. Sono requisiti curriculari per l'iscrizione il possesso di almeno 80 CFU ripartiti tra i settori scientifico disciplinari di Matematica e Fisica (20 CFU) e Chimica (60 CFU) che devono essere acquisiti dallo studente prima dell'immatricolazione. La verifica dell'adeguatezza della preparazione personale viene effettuata tramite un test di ingresso.

Il corso di laurea magistrale in Scienze Chimiche ha l'obiettivo di formare figure professionali con un livello di conoscenze chimiche tale da fornire:

  1. il diritto di accesso ai programmi dei corsi di dottorato in chimica;
  2. la capacità di operare in laboratori, enti pubblici e privati, e nelle industrie anche a livello dirigenziale;
  3. il riconoscimento del raggiungimento dello standard richiesto per ottenere lo stato di Chimico Europeo fornito dall' European Chemist Registration Board del EuCheMS.

In particolare lo studente potrà acquisire:

  • le basi teorico/meccanicistiche utili ad approfondire le conoscenze sui sistemi di interesse biologico, a livello molecolare e nanoscopico;
  • i concetti fondamentali della chimica sostenibile, quali la necessità di creare processi con basso dispendio di energia e di materia e con produzione di basse o nulle quantità di prodotti di scarto;
  • le basi per la progettazione, sintesi, caratterizzazione e comprensione delle correlazioni proprietà-struttura

I laureati svolgeranno attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica, nonché di gestione e progettazione delle tecnologie; potranno inoltre esercitare attività professionale e funzioni di elevata responsabilità nei settori dell'industria, progettazione, sintesi e caratterizzazione dei nuovi materiali, della salute, della alimentazione, dell'ambiente, dell'energia, della sicurezza, dei beni culturali e della pubblica amministrazione, applicando in autonomia le metodiche disciplinari di indagine acquisite.

Obiettivi formativi specifici del Corso

Il corso di laurea magistrale in Chimica è attivato nella classe LM - 54, e, in accordo con gli obiettivi generali della classe, ha come obiettivo il formare figure professionali con un livello di Conoscenze chimiche tale da fornire:

  1. il diritto di accesso a i programmi dei corsi di dottorato in chimica;
  2. la capacità di operare in laboratori, enti pubblici e privati, e nelle industrie anche a livello dirigenziale;
  3. il riconoscimento del raggiungimento dello standard richiesto per ottenere lo stato di Chimico Europeo fornito dall' European Chemist Registration Board del EuCheMS.

La Laurea Magistrale è articolata in una serie di insegnamenti comuni in modo che gli studenti possano approfondire le conoscenze di chimica nei diversi settori disciplinari di Chimica Analitica, Chimica Inorganica, Chimica Fisica, Chimica Industriale e Chimica Organica sia da un punto di vista teorico sia dal punto di vista sperimentale. Nel Corso di Laurea sono previste aree di apprendimento specifiche corrispondenti a specializzazioni professionali in settori piuttosto vasti della chimica: quali Chimica dei Biosistemi, Chimica dei Materiali e Chimica Sostenibile, coerenti con le attività di ricerca svolte dai docenti del CdS ed ampiamente consolidate nella sede, volti a favorire l'iscrizione di studenti con lauree differenti ma con la finalità di raggiungere gli obiettivi propri della classe. In generale dovrà essere raggiunta:

  1. la capacità di progettare, sintetizzare e caratterizzare vecchi e nuovi prodotti, rispondente ai criteri di efficienza e di sostenibilità ambientale;
  2. la comprensione delle proprietà delle molecole e delle loro capacità di interagire;
  3. la capacità di scelta e d'uso delle tecnologie più adatte per l'analisi nei vari ambiti;
  4. I'uso delle tecnologie per la determinazione strutturale;
  5. familiarità all'uso di tecniche computazionali.

Ai fini indicati, il corso di laurea comprende specifiche aree di apprendimento finalizzate al conseguimento da parte dello studente:

  • delle basi teorico/meccanicistiche utili ad approfondire le conoscenze sui sistemi di interesse biologico, a livello molecolare e nanoscopico;
  • dei concetti fondamentali della chimica sostenibile, quali la necessità di creare processi con basso dispendio di energia e di materia e con produzione di basse o nulle quantità di prodotti di scarto;
  • delle basi per la progettazione, sintesi, caratterizzazione e comprensione delle correlazioni proprietà-struttura.

Conoscenze richieste per l'accesso

Per frequentare proficuamente il corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche è necessario avere acquisito adeguate conoscenze nelle discipline matematiche, fisiche, e chimiche. I requisiti curriculari per l'accesso al Corso di Laurea Magistrale e le modalità di verifica dell'adeguatezza della preparazione personale vengono esplicitati nel regolamento didattico e nel Manifesto degli studi.

Sono ammessi all'immatricolazione alla Laurea Magistrale i laureati triennali in Chimica e i laureati triennali in percorsi affini purchè abbiano già acquisito almeno 80 CFU ripartiti nei seguenti SSD:

  • MAT/tutti, INF/01, ING-INF/05, FIS/tutti: almeno 20 CFU
  • CHIM/tutti: almeno 60 CFU

L'ammissione al Corso di Laurea Magistrale è subordinata a una valutazione preliminare di una Commissione che verifica il possesso delle conoscenze e competenze richieste, tramite un test. Il test si tiene a Settembre.

L'esame è costituito da quesiti, di cui una parte sotto forma di esercizi di stechiometria ed una parte sotto forma di quesiti a risposta multipla e a risposta aperta sulle discipline di Chimica Analitica, Chimica-Fisica, Chimica Generale ed Inorganica, Chimica Industriale e Chimica Organica.

Viene nominata annualmente dal Consiglio di Corso di Laurea Magistrale una Commissione che ha il compito di verificare le conoscenze richieste e fissa per lo svolgimento delle prove di verifica un calendario pubblicato sul sito della Facoltà.

Modalità di ammissione

Le modalità di ammissione per gli Anni Accademici 2015/2016 e 2016/2017 sono rimaste invariate rispetto a quanto previsto per l' A.A. 2014/2015 e riportato nel quadro A3.a. Tali modalità sono definite nel Regolamento didattico del CdS.

Per l'accesso al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche è necessario possedere:

  1. una Laurea Triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo;
  2. i seguenti requisiti curriculari minimi: 80 CFU ripartiti tra i settori scientifico disciplinari di Matematica e Fisica (20 CFU) e Chimica (60 CFU), che devono essere acquisiti dallo studente prima dell'immatricolazione;
  3. una adeguata preparazione personale. La verifica dell'adeguatezza della preparazione personale verrà effettuata tramite un colloquio, dal quale sono esonerati i laureati in Chimica con un voto pari o superiore a 105/110.

Caratteristiche della prova finale

La prova finale consiste nella verifica della capacità del laureando di affrontare in modo autonomo la tesi che consiste in un progetto originale di ricerca da svolgere sotto la guida di un relatore su un tema inerente il percorso formativo prescelto. Verrà valutata inoltre la capacità critica nella elaborazione dei dati e la capacità di esporre e di discutere con chiarezza e padronanza i risultati. Il lavoro di tesi prevede la ricerca bibliografica, l'acquisizione delle competenze specifiche nell'uso delle tecniche strumentali e delle procedure necessarie per lo sviluppo del progetto. La tesi di laurea magistrale può essere redatta e discussa in lingua italiana o in inglese e viene discussa in presenza della commissione di laurea. Le regole per il calcolo del voto di Laurea sono stabilite dal Consiglio di Classe e rese pubbliche attraverso il Regolamento didattico reperibile nel sito web del CdS.

Programma insegnato in:
  • Italiano

Vedi 16 più corsi della University of Cagliari »

Ultimo aggiornamento Gennaio 22, 2019
Questo corso è Obbligo di frequenza
Date di inizio
Ottobre 2019
Duration
2 anni
Tempo pieno
Prezzo
- Le tasse di iscrizione dipendono dal reddito familiare e variano tra 0 e 2950 €, con un’ampia fascia di esenzione,
Deadline
Per luogo
Per data
Date di inizio
Ottobre 2019
Data di fine
Scadenza domanda

Ottobre 2019

Location
Scadenza domanda
Data di fine