Università degli Studi di Bergamo

Introduzione

Le premesse strutturali alla nascita dell’Università di Bergamo risalgono al 1961, quando nel centro storico della città viene istituita la Scuola superiore di giornalismo e mezzi audiovisivi, scuola biennale di specializzazione post-laurea diretta dal prof. Mario Apollonio e fondata su iniziativa dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano in accordo con il Comune di Bergamo. Collocata nel Palazzo del Podestà sulla Piazza Vecchia, la Scuola si innesta nel tessuto cittadino creando una nuova sensibilità culturale che l’11 dicembre 1968 porterà alla creazione del Libero istituto universitario di Lingue e letterature straniere, sotto la guida del "Consorzio per l'istituzione di facoltà universitarie in Bergamo", di cui fanno parte il Comune, la Provincia e la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Bergamo.

Nasce così l’Università di Bergamo, che fin dalle sue origini si caratterizza per un profondo legame con il territorio e le sue istituzioni, le quali affidano al nuovo Ateneo il compito strategico di esprimere le potenzialità culturali ed economico-sociali del panorama bergamasco, rivitalizzando di conseguenza l’intero contesto cittadino. Essa si pone come un modello all’avanguardia che intende partire dai bisogni locali per aprirsi a realtà nazionali con programmi didattico-scientifici rispondenti alle esigenze della società del periodo. Promotore di questi programmi è il prof. Vittore Branca, rettore dell’Ateneo dal 1968 al 1972, che porta all’attivazione di corsi dedicati alle cinque lingue fondamentali: francese, inglese, spagnolo, russo, tedesco e alla conseguente definizione di un ambiente ricco di scambi internazionali.

Dopo aver potenziato la proposta didattica dell’area umanistica, l’Ateneo raccoglie le istanze del mondo economico-produttivo istituendo nell'a.a. 1974-75, sotto la guida del rettore Serio Galeotti, il corso di laurea in Economia e commercio, che aumenta il numero degli studenti iscritti, irrobustisce il corpo docente e rafforza il dialogo con gli enti amministrativi locali.

Il potenziamento degli studi in campo economico procede regolarmente sotto la guida del rettore prof. Giorgio Szegö fino a portare, nel 1985, alla nascita della Facoltà di Economia e Commercio, che andrà ad affiancare Lingue e Letterature straniere in un’offerta formativa varia, capace di fondere la tradizione umanistica con la dimensione imprenditoriale.

L’inizio degli anni Novanta, con il rettore Pietro Enrico Ferri, è testimone di una svolta fondamentale nell’assetto dell’Università: nel 1991, viene attivata a Dalmine la Facoltà di Ingegneria con il corso di laurea in Ingegneria gestionale, al quale seguirà subito dopo il corso di laurea in Ingegneria meccanica, mentre l’1 novembre 1992, con il nome di Università degli Studi di Bergamo, l'Ateneo diventa un organismo statale, pur mantenendo sempre quel legame con gli enti fondatori che hanno presieduto al suo sviluppo.

Con una proposta formativa ulteriormente articolata, le interazioni con il territorio si amplificano via via, riservando all’Università bergamasca un ruolo di spicco nel contesto regionale lombardo, dove si caratterizza come un Ateneo dinamico e in grado di dare risposte diversificate in termini di preparazione professionale.

Durante il mandato del rettore Alberto Castoldi (1999-2009), l'Università registra incrementi notevoli sia nel numero degli iscritti sia nel numero dei docenti. Vengono istituite la Facoltà di Lettere e Filosofia, con l'inserimento dei nuovi corsi di Psicologia clinica e Scienze dell'Educazione, e la Facoltà di Giurisprudenza (2004). Vengono, inoltre, attivati corsi con profili distintivi come la laurea magistrale in Diritti dell'uomo ed etica della cooperazione internazionale, contestuale all'attivazione della Cattedra Unesco in Diritti dell'Uomo. Una particolare attenzione viene inoltre riservata al terzo livello della formazione con l'attivazione di numerosi dottorati di ricerca e di centri di ricerca di Ateneo, capaci di portare avanti programmi innovativi e di dialogare con le realtà accademiche internazionali.

Il progressivo consolidamento dell’offerta scientifico-didattica dell’Università è testimoniato anche dall’aumento dagli spazi che l’Ateneo occupa nel corso degli anni e che risponde di fatto al suo intento originario di porsi come un’istituzione culturale saldamente intrecciata nel tessuto cittadino. Nel 2001, avviene il trasferimento della Facoltà di Economia da Città Alta a Bergamo Bassa, in via dei Caniana. Con l'insediamento nel complesso di Sant'Agostino e nel vicino ex Collegio Baroni, che costituiscono il nucleo di un nuovo polo umanistico, e il trasferimento di alcuni uffici nella sede di via San Bernardino, l'Ateneo può contare, nel 2009, su una superficie di oltre 40.000 metri quadrati. Dal 2009 al 2015, con il rettore Stefano Paleari, si avvia una fase di consolidamento delle strutture e di apertura internazionale dell'Ateneo, sia nella didattica sia nell'ambito della ricerca. In controtendenza con il trend nazionale, l'Ateneo vede crescere ulteriormente i suoi studenti fino a quasi 16.000 unità. I professori provenienti da altri Paesi pesano quasi per un terzo nello staff di docenti. Gli spazi subiscono un ulteriore incremento: oltre alla sua presenza nel parco scientifico-tecnologico del Kilometro Rosso, l'Università, grazie a un accordo con il Comune di Bergamo, inaugura la propria Aula magna presso l’ex chiesa trecentesca di Sant’Agostino.

Sotto la guida dell’attuale rettore Remo Morzenti Pellegrini, proseguono le sinergie con le istituzioni locali e il sistema imprenditoriale, con produttive relazioni di scambio in termini di specializzazione, stages e sbocchi occupazionali per gli studenti. Continuano inoltre i progetti di sviluppo dell’Ateneo all’interno della città: nel 2016 prenderà l’avvio il recupero dell’ex caserma Montelungo, che diventerà sede di nuovi impianti sportivi (CUS Bergamo), alloggi studenteschi e residenze per i visiting professors, destinati ad aumentare sempre più considerata la crescente intensificazione delle relazioni internazionali e della collaborazione con università e centri di ricerca stranieri.

Questa scuola offre corsi di studio in:
  • Inglese
  • Italiano

Visualizza i Master »

Programmi

Questa scuola offre anche:

Master

Amministrazione Md Commerciale, Professionale E Contabilità Gestionale (insegnato In Italiano E In Inglese)

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il curriculum AAG è stato progettato per motivare e ispirare gli studenti a pensare e cercare risposte innovative ai cambiamenti nella società contemporanea, le imprese e il contesto organizzativo. [+]

Il Master in Business Administration, Professional e Contabilità Gestionale è parte del programma internazionale dell'Università degli Studi di Bergamo ed è organizzato in due curricula, uno insegnato in italiano e l'altro in inglese: Economia aziendale, Direzione Amministrativa e professione (EADAP) [insegnata in lingua italiana] Accounting, Responsabilità e Governance (AAG) [in lingua inglese] che include, due major: Contabilità finanziaria per i professionisti internazionali (FAIP) Sostenibilità, Responsabilità e Governance (SAG) AMMISSIONE STUDENTI INTERNAZIONALI Al fine di essere ammessi al curriculum insegnato in inglese i candidati sono richieste conoscenza della lingua inglese corrispondente al livello B2, secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER). I candidati devono presentare un colloquio individuale al fine di verificare se soddisfano i requisiti di ammissione. Per informazioni su come applicare, modulo di pre-iscrizione, test di ammissione e l'iscrizione, si prega di seguire i link qui sotto: studenti in entrata Erasmus - Il corso segue le regole generali del programma di cambio ufficiale. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare applicazione sul sito web UniBG International e contattare l'ufficio internazionale. studenti di scambio UE Extra in arrivo - Il corso segue le regole generali del programma di cambio ufficiale. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare applicazione sul sito web UniBG International e contattare l'ufficio internazionale. studenti laurea in cerca di un paese dell'UE - Gli studenti provenienti da un paese dell'UE seguono le stesse norme di ammissione degli studenti italiani. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare la Student Services International. OBIETTIVI Il curriculum AAG è stato progettato per motivare e ispirare gli studenti a pensare e cercare risposte innovative ai cambiamenti nella società contemporanea, le imprese e il contesto organizzativo. Nel corso del programma gli studenti imparare nuovi soggetti e, attraverso queste, si riuniranno competenze manageriali necessarie per assistere le organizzazioni, professionisti e attori pubblici nello sviluppo e implementazione di soluzioni per far fronte alle sfide e alle esigenze della società, le imprese e le organizzazioni. In particolare, l'AAG offre un ambiente di apprendimento e di insegnamento a livello internazionale-infuso che mira a fornire ai nostri studenti le conoscenze, le competenze e gli strumenti necessari per raggiungere una carriera di successo e soddisfacenti nelle loro aree di studio. La AAG si articola in due principali "major" che ogni studente può scegliere dopo il completamento dei primi moduli anno. Il primo anno del programma, che è lo stesso per i due curricula, fornisce agli studenti le conoscenze e la comprensione globale delle questioni relative alla corporate governance, responsabilità, controllo di gestione e contabilità internazionale. Questi problemi sono poi espanse nel secondo anno in cui gli studenti possono scegliere tra due "major" che sono progettati per offrire le competenze e le competenze più specialistiche in due aree differenti ma correlati di studio. Le due major sono rispettivamente: Sostenibilità, Responsabilità e Governance. Lo scopo del programma di studi SAG è quello di fornire agli studenti le competenze (in termini di strategica, la gestione e la conoscenza di controllo, le competenze e gli strumenti) necessario prevedere, progettare e realizzare soluzioni innovative per governare le questioni SD legate nella gestione quotidiana delle organizzazioni. Contabilità finanziaria per i professionisti internazionali. Lo scopo del programma di studi FAFIP è quello di fornire agli studenti competenze (conoscenze, competenze e strumenti) in materia di contabilità, revisione contabile, governo societario e diritto commerciale che sono necessari per gestire gli aspetti amministrativi e contabili di società private ed enti pubblici. OPPORTUNITÀ DI CARRIERA La sostenibilità, Responsabilità e Governance (SAG) programma è progettato in particolare, ma non esclusivamente, per la formazione: I gestori (e imprenditori) nel business esistenti e / o nuovi che intendono integrare le strategie di sostenibilità nella pianificazione aziendale e di gestire, controllare e segnalare le prestazioni sostenibili. Questo può includere per esempio le multinazionali, le piccole imprese, enti pubblici, organizzazioni non-profit e organizzazioni non governative. Professionisti, consulenti e analisti di business che sono interessati ad acquisire conoscenze, abilità e competenze per sostenere le organizzazioni a gestire e controllare le questioni connesse sostenibili. Coloro che sono interessati ad acquisire le competenze per operare in qualità di esperto in imprese responsabili sociali, uffici pubblici, organizzazioni non-profit e / o ONG. La contabilità finanziaria per i professionisti internazionali del programma (FAIP) è progettato per offrire prospettive di formazione e di carriera per coloro che intendono lavorare come consulenti aziendali, contabilità professionisti e manager in aziende multinazionali. In particolare, il programma fornirà formazione specializzata e le competenze per lavorare con successo: negli uffici pubblici o organizzazioni senza scopo di lucro in entità multinazionali come CFO o gestori ragionieri commercialisti come in «pratica globale del principio contabile internazionale aiuto allo sviluppo» come revisori esterni (o interni) come esperti di corporate governance, in imposte e dei servizi legali e servizi di transazione in qualità di advisor finanziari di contabilità come professionisti e consulenti che sono interessati ad acquisire le competenze per supportare le organizzazioni a sviluppare nuove opportunità di business o di fornire assistenza in movimento / delocalizzazione. [-]

CdL magistrale Comunicazione, informazione, editoria

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

CdL magistrale Comunicazione, informazione, editoria [+]

Competenze in uscita conoscere, analizzare ed elaborare la produzione editoriale cartacea e multimediale, e affrontarne l'organizzazione raccogliere e trattare informazioni, e gestirle criticamente attraverso l'impiego di strumenti mediologici e tecnici adeguati produrre e gestire i contenuti della comunicazione in ambito aziendale e istituzionale, verso l'interno e verso l'esterno garantire conoscenze culturali e linguistiche approfondite e una metodologia di lavoro affinata dalle esperienze pratiche, condotte attraverso stages e tirocini nei settori dell'editoria, dell'informazione e della comunicazione. Sbocchi professionali editoria cartacea, informatica, multimediale stampa, radio, televisione uffici stampa e uffici per le relazioni pubbliche (URP) agenzie di comunicazione e agenzie di pubblicità istituzioni culturali, musei, teatri aziende, enti pubblici e privati Dimensione internazionale la possibilità di conseguire un Doppio titolo con un programma in partnership con Fairleigh Dickinson University: MA Corporate Communication + Laurea Magistrale in Comunicazione, informazione, editoria una rete di scambi Erasmus e con università extra-europee programmi di tirocinio all'estero Erasmus placement, Euromondo Dimensione territoriale e collegamenti con il mondo del lavoro una rete di contatti con aziende, enti, istituzioni locali partnership di tirocinio selezionate e qualificanti Didattica intrecciata con la ricerca dei docenti per portare agli studenti contenuti e metodologie avanzate approccio student-oriented, per rendere lo studente protagonista del suo progetto di formazione culturale e professionale Insegnamenti 93148 Diritto della comunicazione e delle attività economiche 49014 Diritto editoriale 93109 Discorso e pubblico (Linguistica italiana A+B e Semiotica) 13087 Fondamenti della comunicazione musicale (5 cfu) 93149 Informatica, media digitali e società delle reti 93157 Letteratura e cultura per la comunicazione e l'editoria (Letteratura italiana contemporanea e Cultura e comunicazione pubblicitaria) 93110 Linguistica e psicologia dell'interazione (Psicologia della comunicazione e Linguistica pragmatica) 93147 Marketing e comunicazione pubblicitaria 93111 Sociologia della comunicazione e dei consumi 93144 Sociologia dell'organizzazione LM 93112 Strategie economiche della promozione editoriale 93114 Teoria e tecniche del linguaggio visuale: Video narrazioni (ex Filmologia) + Teorie e tecniche del linguaggio televisivo avanzato 37149 Teoria e tecniche dell'informazione 28032 Teorie e prassi teatrali (5 cfu) 93158 Teorie e tecniche dell'infografica [-]

CdL magistrale Culture moderne comparate

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il percorso didattico del Corso di studio intende costruire una figura professionale polivalente, in grado non solo di specializzarsi in vista dell'insegnamento delle materie letterarie, ma anche di svolgere un'attività di ricerca letteraria e storica che necessiti di un'approfondita conoscenza comparativa delle principali culture del mondo contemporaneo, attraverso inoltre l'acquisizione delle nuove teorie e... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI I laureati nel Corso di Studio magistrale dovranno: possedere una preparazione approfondita atta a sviluppare autonome capacità nei settori della filosofia, della filologia e delle letterature medievale, moderna e contemporanea, sulla base di conoscenze metodologiche, teoriche e critiche possedere solide basi teoriche sui processi di comunicazione in generale e sui meccanismi della produzione e della comunicazione letteraria in particolare, nonché delle problematiche emergenti dai nuovi canali della trasmissione dei testi contemporanei possedere i fondamenti della conoscenza teorica del linguaggio possedere una conoscenza specialistica di specifiche lingue e letterature del medioevo e dell'età moderna e contemporanea essere in grado di utilizzare in maniera adeguata i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. Gli studenti iscritti al Corso di Studio magistrale possono accedere al programma Erasmus Mundus Crossways in Cultural Narratives con il conseguente ottenimento di un doppio titolo di studi. Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti sono in settori nei quali svolgeranno funzioni di elevata responsabilità, come: industria culturale ed editoriale istituzioni specifiche, come archivi di stato, biblioteche, sovrintendenze, centri culturali, fondazioni organismi e unità di studio presso enti ed istituzioni, pubbliche e private, sia italiane che straniere. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Il percorso didattico del Corso di studio intende costruire una figura professionale polivalente, in grado non solo di specializzarsi in vista dell'insegnamento delle materie letterarie, ma anche di svolgere un'attività di ricerca letteraria e storica che necessiti di un'approfondita conoscenza comparativa delle principali culture del mondo contemporaneo, attraverso inoltre l'acquisizione delle nuove teorie e tecnologie della comunicazione, oltre ad offrire la preparazione per intraprendere il percorso che conduce alla professione giornalistica. La presenza di marcati tratti comparatistici, nonché di attenzione alle nuove tecnologie, è finalizzata a creare una figura professionale che abbia i tratti dell'adattabilità ai vari contesti, pubblici e privati, per il quali è stata pensata. Ciò sarà più facilmente definibile in accordo con strutture territoriali. Le figure professionali create saranno atte a: svolgere attività di ricerca letteraria e storica e di esercitare funzioni di elevata responsabilità sia in ambiti quali l'industria editoriale e della comunicazione, le relazioni pubbliche, la traduzione letteraria e specialistica, sia in istituzioni quali gli archivi, le biblioteche, le sovrintendenze, i centri culturali, le fondazioni, gli organismi e le unità di studio presso enti pubblici e privati, italiani e stranieri svolgere attività di insegnamento nelle scuole di istruzione superiore di primo e secondo grado, attraverso il percorso formativo fissato dalle autorità competenti. Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT) Storici - (2.5.3.4.1) Esperti d'arte - (2.5.3.4.2) Dialoghisti e parolieri - (2.5.4.1.2) Redattori di testi per la pubblicità - (2.5.4.1.3) Redattori di testi tecnici - (2.5.4.1.4) Linguisti e filologi - (2.5.4.4.1) Revisori di testi - (2.5.4.4.2) Archivisti - (2.5.4.5.1) Bibliotecari - (2.5.4.5.2) Curatori e conservatori di musei - (2.5.4.5.3) Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche - (2.6.2.4.0) CURRICULA E INDIRIZZI Letterario Culture letterarie, artistiche e visive Didattico storico-filologico Filosofico L'offerta formativa è articolata in due macropercorsi o curricula. All'interno del curriculum letterario è inoltre possibile orientare il proprio piano di studi in uno dei due indirizzi indicati. L'attivazione di un curriculum filosofico nel Corso di laurea magistrale in CMC, oltre a costituire un ampliamento dell'offerta formativa della classe di lauree LM-14, costituisce, nell'attuale assetto istituzionale del nostro Ateneo, il naturale prolungamento del corso di laurea triennale in Filosofia. L'impianto formativo del curriculum è inteso soddisfare un triplice obiettivo: consolidare e approfondire le conoscenze filosofiche, tramite 4 esami di area filosofica (di cui 3 già al primo anno: vi è inoltre la possibilità di inserire, nell'ambito delle scelte libere, un ulteriore esame filosofico); l'approfondimento proposto sottolinea le potenzialità applicative della filosofia in diversi ambiti, anche in vista di una prossima articolazione del curriculum in un percorso di laurea biennale in filosofia consentire l'accesso all'insegnamento nelle scuole secondarie nell'ambito delle "Materie letterarie, latino e storia", tramite l'inserimento degli esami richiesti sulla base dei requisiti ministeriali rafforzare l'integrazione con le discipline artistico-letterarie. REQUISITI DI AMMISSIONE Per l'ammissione è richiesto: il possesso del Diploma di laurea o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti, come previsto dal Regolamento didattico di Ateneo il possesso dei requisiti curricolari stabiliti nel conseguimento delle lauree D.M. 270/04 nelle classi L-10, L-1, L-3, L-5, L-6, L-11, L-12, L-19, L-20, L-42 o delle corrispondenti lauree D.M. 509/99, con la presenza fra le proprie attività curricolari di almeno 60 cfu nei SSD L-ANT, L-ART, L-FIL-LET, L-LIN, M-FIL, M-STO. Ovvero conseguimento di Laurea V.O. con almeno 6 esami annuali nei SSD indicati. adeguata preparazione personale, verificata con colloquio. Coloro i quali che, pur laureati, non posseggono i requisiti curriculari richiesti potranno iscriversi a corsi singoli presso l'Università di Bergamo fino al 10 luglio del corrente a.a. e immatricolarsi al corso di laurea magistrale nell'a.a. successivo, chiedendo la convalida degli eventuali crediti formativi acquisiti in aggiunta a quelli necessari per integrare il requisito mancante. Prove d'ingresso Colloquio individuale. [-]

CdL magistrale Diritti dell'uomo ed etica della cooperazione internazionale

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il corso di Laurea magistrale in Diritti dell'uomo ed etica della cooperazione internazionale è frutto della collaborazione didattica tra i dipartimenti di Giurisprudenza, Lettere e Filosofia e Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi ed è strettamente legato al Centro di ricerca sulla cooperazione internazionale... [+]

Il corso di Laurea magistrale in Diritti dell'uomo ed etica della cooperazione internazionale è frutto della collaborazione didattica tra i dipartimenti di Giurisprudenza, Lettere e Filosofia e Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi ed è strettamente legato al Centro di ricerca sulla cooperazione internazionale. La proposta formativa nasce dalla volontà di offrire competenze atte a intervenire in un contesto mondiale assai dinamico dal punto di vista demografico, politico, economico e sociale e tuttavia caratterizzato dal solido permanere di forti disparità tra Paesi ricchi e Paesi poveri e di frontiera, laddove assetti istituzionali, modalità di gestione delle risorse e condizioni materiali di vita spesso non garantiscono neppure la tutela dei più elementari diritti umani. Obiettivi formativi Possedere una solida formazione multidisciplinare che consenta di comprendere sia la complessità che caratterizza le strutture istituzionali e gli assetti socio-culturali, sia la dinamica delle loro relazioni con il resto del mondo, e dell'Europa in particolare. Acquisire le capacità necessarie a programmare e gestire interventi di cooperazione internazionale, ovvero finalizzati, tra gli altri, all'assistenza socio-sanitaria, alla tutela dei diritti umani, alla sicurezza alimentare, all'educazione di base, alla formazione professionale, alla salvaguardia del territorio, alla valorizzazione del patrimonio culturale locale e alla democratizzazione del tessuto politico e sociale. Saper progettare, anche autonomamente e di propria iniziativa, interventi imprenditoriali e/o assistenziali nei Paesi poveri e di frontiera, nell'ottica della collaborazione e del reciproco scambio di informazioni, idee, potenzialità creative. Gestire programmi promossi da organismi internazionali, amministrazioni pubbliche, enti no profit e aziende multinazionali che agiscano secondo i principi della Corporate Social Responsability. Insegnamenti e piano degli studi Nel primo anno di corso sono impartiti insegnamenti dell'area giuridica, economico-aziendale, storica, antropologica, delle scienze e delle relazioni politiche internazionali, per un totale di 60 cfu. Il secondo anno di corso prevede, oltre a 10 cfu di "scelta libera", etica e politica economica, diritto penale internazionale delle migrazioni, bioetica e storia delle religioni. Il secondo semestre del secondo anno è a disposizione per tesi e periodi di studio o di traineeship all'estero. Sono previsti, in collaborazione con il Centro di Ateneo per la cooperazione internazionale, Associazioni, Enti e ONG seminari interdisciplinari e altri momenti di approfondimento e di esercitazione pratica. Sbocchi occupazionali e professionali Il percorso formativo, fortemente caratterizzato dalla interdisciplinarietà e da esperienze sul campo, crea professionalità eclettiche e flessibili, adatte sia all'autoimpiego nei settori del microcredito e della piccola imprenditoria cooperativa, sia alla prestazione di lavoro dipendente, con funzioni di elevata responsabilità. In via esemplificativa il laureato DUECI può essere impiegato come: Specialista in scienze umane, sociali e gestionali, presso ONG e organismi istituzionali, per l'elaborazione e la gestione di progetti regionali, nazionali, europei, quali Longlife Learning Program, Leonardo, Tempus, Horizon 2020, ecc. Specialista della formazione e della ricerca presso centri pubblici (Università, associazioni di imprese, sindacati, camere di commercio) e privati (banche, associazioni per la cooperazione, ecc.) Cooperante allo sviluppo internazionale, presso istituzioni locali (comunali, provinciali e regionali, della Diocesi), nazionali, internazionali, o presso organizzazioni private (ONG) Funzionario di organismi internazionali (Nazioni Unite, Unione Europea, Banca Mondiale, FAO, FMI) nazionali (Ministeri) o locali (Regioni, Province, Comuni o altri Enti pubblici) quale esperto addetto alla pianificazione e al monitoraggio di progetti di tutela dei diritti umani e di cooperazione Manager specializzato nelle valutazioni di localizzazione e impatto sul territorio presso imprese internazionali operanti in contesti in sviluppo Il laureato DUECI può accedere al concorso di ammissione alla carriera diplomatica promosso dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Requisiti per l'accesso Per essere ammessi al corso di laurea occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, purché con un minimo di crediti (10 CFU) in una delle seguenti aree disciplinari: giuridica, politologica, storica o storico-geografica, economica, linguistico-letteraria possedere la conoscenza di base di almeno una lingua dell'Unione Europea dimostrare nel colloquio di ammissione di possedere le competenze dichiarate e un'adeguata motivazione a seguire il percorso formativo proposto. Prova d'ingresso Colloquio individuale. Tirocini e altre opportunità internazionali L'ampia rete di relazioni del corpo docente e dei Centri di ricerca collegati consente di offrire una vasta gamma di tirocini, sia in Italia, sia all'estero e numerose, interessanti occasioni di studio anche extra curriculare in Europa, America e Australia. Le necessarie e desiderate competenze linguistiche potranno essere acquisite dallo studente DUECI usufruendo dei numerosi corsi offerti dall'Ateneo e dei servizi del CCL - Centro competenza lingue. DUECI ON-LINE È attiva la piattaforma e-learning DUECI on-line, luogo di incontro, informazione e aggregazione di tutti gli studenti immatricolati. Vi si trovano riferimenti utili per tutti gli insegnamenti e le attività, occasioni di partecipazione e di dibattito, spazi per porre quesiti ed esprimere opinioni; a ogni studente registrato giungono in tempo reale avvisi email personali concernenti tutti gli aspetti dell'attività didattica, dagli orari alle aule, dalle modifiche della programmazione all'avvio di seminari. Anche le occasioni di tirocinio, le borse di studio e altre forme di finanziamento disponibili, le opportunità di traineeship post-lauream, i campi e le scuole estive, le attività culturali o di approfondimento sono continuamente aggiornate sulla piattaforma. Solo agli studenti registrati è consentita la partecipazione agli spazi e-learning dei singoli insegnamenti e alle aree interattive. Le istruzioni per la registrazione sono nella Guida per l'accesso alla piattaforma. Supported learning Attraverso appositi spazi della piattaforma DUECI on-line gli studenti lavoratori e non frequentanti vengono assistiti per l'intero percorso degli studi: il corso di laurea, pertanto, è adatto anche a persone già impiegate presso Associazioni, Enti od ONG attive nel campo della cooperazione internazionale e della tutela dei diritti umani. Su DUECI on-line è disponibile il corso in distance learning di Etica economica [-]

CdL magistrale Ingegneria edile

Campus A tempo pieno 2 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di laurea magistrale in Ingegneria edile, di durata biennale, ambisce a formare figure professionali di alto livello, con approfondita preparazione tecnica interdisciplinare, in grado di operare proficuamente nel settore edile... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea magistrale in Ingegneria edile, di durata biennale, ambisce a formare figure professionali di alto livello, con approfondita preparazione tecnica interdisciplinare, in grado di operare proficuamente nel settore edile. Il corso si propone di completare la preparazione del laureato di primo livello, fornendo sia le competenze utili all'inserimento nel mondo del lavoro, sia gli strumenti necessari per eventuali ulteriori specializzazioni in settori specifici o scientificamente e tecnologicamente avanzati. SBOCCHI PROFESSIONALI I principali sbocchi occupazionali dei laureati magistrali in Ingegneria edile possono essere così delineati: libero professionista o consulente, progettista edile e strutturale (anche in ambito dinamico e sismico), tecnico del recupero edilizio, gestore di progetti e processi di costruzione, impiegato presso società di ingegneria, studi professionali, imprese di costruzione, società immobiliari, amministrazioni ed enti pubblici. Il laureato magistrale edile matura l'opportunità di presentarsi a successivo Esame di Stato, utile a conseguire l'iscrizione presso l'Albo professionale come Ingegnere Senior. CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO (DM 270/04, ART 6, COMMA 1 E 2) Lo studente deve disporre delle conoscenze adeguate relative alle materie di base dell'Ingegneria (Matematica, Fisica, Chimica). L'ammissione al Corso di laurea magistrale in Ingegneria edile è diretta se lo studente è in possesso di un diploma di Laurea triennale nella classi di laurea L23 - Scienze e tecniche dell'edilizia, oppure L7 - Ingegneria civile. I criteri di ammissione per studenti in possesso di diploma di laurea diverso rispetto alle classi L-7 ed L-23 sono demandati al Regolamento didattico del Corso di studio. È considerato prerequisito indispensabile all'iscrizione la conoscenza della lingua inglese, certificabile con l'esibizione di idoneo certificato, come specificato nel Regolamento didattico del Corso di studio. Coloro che, pur laureati, non posseggono i requisiti curriculari richiesti, potranno inizialmente iscriversi a corsi singoli e - nell'a.a. successivo - immatricolarsi al corso di laurea magistrale, chiedendo la convalida degli eventuali crediti formativi acquisiti in aggiunta a quelli necessari per integrare il requisito mancante. Prove d'ingresso Colloquio individuale. [-]

CdL magistrale Ingegneria gestionale / Management Engineering

Campus A tempo pieno 2 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso si prefigge l'obiettivo di formare una figura professionale dalle solide basi ingegneristiche, in grado di progettare e gestire processi aziendali complessi coniugando le scelte tecnologiche e informatiche con gli aspetti economici e organizzativi. L’Ingegnere gestionale si caratterizza per capacità analitiche, decisionali e progettuali e al contempo per una... [+]

Il Corso di laurea in Ingegneria gestionale rientra nel progetto di Internazionalizzazione dell'Università degli studi di Bergamo ed è caratterizzato da un doppio percorso formativo: in lingua italiana o in lingua inglese. Le modalità di accesso ai percorsi in lingua italiana e inglese sono le stesse. La scelta del percorso avviene al momento della pre-iscrizione. A chi è indirizzato Il Corso è indirizzato agli studenti che desiderano associare conoscenze in ambito ingegneristico con capacità imprenditoriali e di gestione dell’impresa. Discipline di studio Il Corso copre una vasta gamma di discipline tecnologiche, gestionali, economiche, finanziarie e organizzative. Si vedano i piani di studio per l’elenco completo degli insegnamenti. OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso si prefigge l'obiettivo di formare una figura professionale dalle solide basi ingegneristiche, in grado di progettare e gestire processi aziendali complessi coniugando le scelte tecnologiche e informatiche con gli aspetti economici e organizzativi. L’Ingegnere gestionale si caratterizza per capacità analitiche, decisionali e progettuali e al contempo per una mentalità aperta, interdisciplinare e flessibile. METODOLOGIE DIDATTICHE Il Corso si sviluppa attraverso metodologie didattiche che coniugano l’insegnamento teorico tradizionale con testimonianze da parte di esponenti del mondo aziendale e visite presso imprese di rilievo del territorio. Didattica interattiva, progetti e attività pratiche di laboratorio incoraggiano gli studenti a lavorare in team e forniscono loro strumenti e metodi per gestire le sfide di business, individuare soluzioni e prendere decisioni in modo efficace. L'apprendimento è previsto in una prospettiva internazionale. L'ambiente è aperto ai contributi di studiosi e studenti internazionali. Stages, tirocini e periodi di studio all'estero sono incoraggiati e assistiti. SBOCCHI PROFESSIONALI I laureati magistrali in Ingegneria gestionale trovano il loro ambito naturale di occupazione in tutti i contesti in cui l’interazione tra tecnologia, aspetti gestionali e organizzativi, variabili economiche e ambientali genera una complessità che richiede un approccio strutturato, flessibile e multidisciplinare. La formazione acquisita durante il Corso apre la possibilità di percorsi professionali in campo industriale, della consulenza, finanziario e dei servizi, attraverso la preparazione di figure professionali per le attività di: Pianificazione strategica Controllo delle attività aziendali Analisi economica e finanziaria dei progetti di investimento Gestione della produzione e della logistica Gestione della distribuzione e della supply chain Controllo della qualità industriale Promozione dei processi di innovazione tecnologica Progettazione e gestione dei servizi Gestione dell’informazione aziendale. TIROCINI, SCUOLE ESTIVE, PROGETTI SPECIALI, PROGRAMMI INTERNAZIONALI Durante il Corso è possibile svolgere stages e tirocini, sia nazionali sia internazionali. Sono previste scuole estive con università partner internazionali su varie tematiche (Global Perspective on Public and Private Sector Interaction, Applied Health Econometrics and Health Policy, Green Energy Management). Gli studenti possono inoltre partecipare a un programma congiunto di ricerca e insegnamento con la Graduate School of Design della Harvard University focalizzato sul tema Smarter Citizens. Il tirocinio o la partecipazione a una scuola estiva o a un progetto speciale può sostituire un insegnamento a scelta e costituire la base per la tesi di laurea magistrale. Programmi internazionali: gli studenti sono incoraggiati a trascorrere un periodo di studio all'estero facendo domanda per il Programma Erasmus+ o per Programmi extra - UE analoghi che l'Università degli studi di Bergamo ha istituito con altre primarie università in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni si prega di contattare il Responsabile dei Programmi Internazionali, prof. Maria Sole Brioschi. REQUISITI E MODALITÀ D'ACCESSO Il requisito principale per l’accesso al Corso è costituito da una laurea triennale o da un titolo equipollente emesso da un’istituzione accreditata. La richiesta di ammissione è valutata in base al curriculum studiorum del candidato ed eventualmente da un colloquio. Per ulteriori informazioni si prega di contattare il Presidente del Corso di Studi, prof. Renato Redondi o il Referente per l’Orientamento, prof. Michele Meoli. Gli studenti non-UE residenti all'estero devono fare domanda di iscrizione attraverso le sedi italiane diplomatiche (Ambasciata o Consolato) del loro Paese. Per ulteriori informazioni si prega di contattare il Servizio studenti internazionali. Per gli studenti Erasmus+ questo Corso segue le regole generali del Programma. Per ulteriori informazioni si prega di contattare l’Ufficio programmi internazionali. I candidati al Corso, sia erogato in italiano sia in inglese, devono possedere un livello B1 in inglese (tale requisito non è richiesto ai candidati di madrelingua inglese). I candidati al Corso erogato in italiano, invece, devono possedere un livello B1 in italiano secondo la scala CEFR (tale requisito non è richiesto ai candidati di madrelingua italiana). [-]

CdL magistrale Ingegneria informatica

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di laurea magistrale in Ingegneria informatica persegue obiettivi formativi generali, ma al proprio interno prevede degli indirizzi di studio rivolti all'acquisizione di alcune competenze specifiche. L'obiettivo è quello di formare un ingegnere con competenze nei settori dei sistemi di elaborazione, dei sistemi informativi, dell'automazione e dell'informatica industriale, delle... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea magistrale in Ingegneria informatica persegue obiettivi formativi generali, ma al proprio interno prevede degli indirizzi di studio rivolti all'acquisizione di alcune competenze specifiche. L'obiettivo è quello di formare un ingegnere con competenze nei settori dei sistemi di elaborazione, dei sistemi informativi, dell'automazione e dell'informatica industriale, delle architetture avanzate hardware e software, del controllo dei processi e dei sistemi elettronici. I laureati saranno in grado di utilizzare queste competenze nella progettazione di sistemi informatici evoluti e nell'utilizzo delle tecnologie informatiche ed elettroniche per l'automazione industriale. Gli indirizzi previsti sono: Sistemi informatici in rete Informatica industriale Meccatronica Informatica biomedica (fino all'a.a. 2010/11). SBOCCHI PROFESSIONALI Industrie informatiche operanti negli ambiti della produzione hardware e software Industrie per l'automazione e la robotica Imprese operanti nell'area dei sistemi informativi e delle reti di calcolatori Imprese di servizi Servizi informatici della pubblica amministrazione Industrie a elevata utilizzazione di strumenti e servizi informatici ed elettronici. CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO (DM 270/04, ART 6, COMMA 1 E 2) Ogni domanda di iscrizione verrà valutata dalla Commissione responsabile per l'ammissione al percorso di Laurea magistrale in Ingegneria informatica. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste, comprese quelle linguistiche, sono riportate nel Regolamento didattico del Corso di studi. Coloro che, pur laureati, non posseggono i requisiti curriculari richiesti, potranno inizialmente iscriversi a corsi singoli e - nell'a.a. successivo - immatricolarsi al corso di laurea magistrale, chiedendo la convalida degli eventuali crediti formativi acquisiti in aggiunta a quelli necessari per integrare il requisito mancante. Prove d'ingresso Colloquio individuale. [-]

CdL magistrale Ingegneria meccanica

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

L'obiettivo del Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica è fornire allo studente solide competenze in: progettazione e gestione dei sistemi di produzione industriale, progettazione meccanica costruttiva e funzionale, scelta dei materiali e delle relative tecnologie di lavorazione, modellazione e analisi dell'intero ciclo di vita di prodotti e processi, progettazione e gestione di impianti di... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI L'obiettivo del Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica è fornire allo studente solide competenze in: progettazione e gestione dei sistemi di produzione industriale, progettazione meccanica costruttiva e funzionale, scelta dei materiali e delle relative tecnologie di lavorazione, modellazione e analisi dell'intero ciclo di vita di prodotti e processi, progettazione e gestione di impianti di conversione dell'energia. Nell'ambito del Corso di laurea, lo studente può decidere di orientare il proprio percorso di studi all'approfondimento di alcune tematiche specifiche dei settori: energia, ingegneria biomedica, meccatronica, produzione, progettazione. SBOCCHI PROFESSIONALI I laureati magistrali in Ingegneria meccanica possono trovare occupazione presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la produzione e la conversione dell'energia, imprese impiantistiche, industrie per l'automazione e la robotica, imprese manifatturiere, in generale con mansioni relative alla progettazione di dispositivi e sistemi complessi, alla gestione della produzione, alla manutenzione e gestione di macchine, linee e reparti di produzione. CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO (DM 270/04, ART 6, COMMA 1 E 2) I requisiti per l'accesso sono specificati all'interno del Regolamento didattico del Corso. In termini generali, lo studente deve disporre di conoscenze adeguate relative alle componenti di base dell'Ingegneria meccanica, alla fisica e alle matematiche. È, inoltre, considerato prerequisito indispensabile per l'accesso al Corso di laurea magistrale la capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, la lingua inglese, con riferimento particolare all'ambito meccanico. Ogni domanda di iscrizione verrà valutata dalla Commissione responsabile per l'ammissione al Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica. Le modalità di verifica delle conoscenze richieste, comprese quelle linguistiche, sono riportate nel Regolamento didattico del Corso di studi. Coloro che, pur laureati, non posseggono i requisiti curriculari richiesti, potranno inizialmente iscriversi a corsi singoli e - nell'a.a. successivo - immatricolarsi al corso di laurea magistrale, chiedendo la convalida degli eventuali crediti formativi acquisiti in aggiunta a quelli necessari per integrare il requisito mancante. Prove d'ingresso Colloquio individuale. [-]

CdL magistrale Lingue e letterature europee e panamericane

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

I laureati del corso di Laurea magistrale in Lingue e letterature europee e panamericane potranno trovare occupazione, sia a livello tecnico-operativo che a livello dirigenziale, nell'ambito delle strutture pubbliche e private, in particolare nei... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI Integrare e specializzare la conoscenza di: due letterature straniere (europee e panamericane) due lingue straniere (è previsto un laboratorio dedicato alla traduzione letteraria e saggistica). Questi insegnamenti vengono impartiti nelle rispettive lingue straniere. Obiettivi del percorso "Didattiche e metodologie" (in lingua italiana) Approfondire le conoscenze storiche, filologiche e linguistiche Acquisire competenze metodologiche e didattiche. Il percorso consente l'accesso ai Tirocini Formativi Attivi (TFA) attualmente richiesti per l'insegnamento, previo superamento della prova di ammissione. Obiettivi del percorso "Literary and Cultural Studies" (alcuni insegnamenti sono impartiti in lingua inglese) Affinare le capacità comunicative, espressive e argomentative negli ambiti della critica letteraria e culturale, dell'analisi e della interpretazione dei prodotti artistici, letterari e culturali. Entrambi i percorsi permettono di accedere ai concorsi per l'ammissione alle Scuole di Dottorato. Per favorire le possibilità di esercitare individualmente e concretamente le conoscenze acquisite, e la possibilità di applicarle in ambito lavorativo / professionale, il corso prevede la frequenza di laboratori interni e/o stage presso istituti di cultura, case editrici, redazioni di riviste specializzate italiane o straniere, scuole medie inferiori e superiori. Sono previste aree di approfondimento negli ambiti degli studi panamericani, degli studi comparatistici europei, arricchiti dalla prospettiva italianistica, e glottodidattica-semiotica indispensabili per accedere all'insegnamento delle lingue e delle letterature straniere. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI I laureati del corso di Laurea magistrale in Lingue e letterature europee e panamericane potranno trovare occupazione, sia a livello tecnico-operativo che a livello dirigenziale, nell'ambito delle strutture pubbliche e private, in particolare nei settori: della formazione e dell'insegnamento della traduzione di testi letterari a livello elevato della consulenza linguistica e culturale nello spettacolo e nella comunicazione multimediale. Più specificamente, il corso prepara alle professioni di: Interpreti e traduttori a livello elevato Linguisti e filologi Redattori di testi per la pubblicità Revisori di testi Ricercatori, tecnici laureati nelle scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico artistiche Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate Direttori artistici Consiglieri dell'orientamento Insegnanti di Lingue (accesso al percorso formativo). PERCORSI DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E PANAMERICANE Didattiche e metodologie (in lingua italiana - dall'a.a. 2015/16) Literary and Cultural Studies (alcuni insegnamenti sono impartiti in inglese - dall'a.a. 2015/16) Precedenti indirizzi Europeo (fino all'a.a. 2010/11) Metodologico-didattico (fino all'a.a. 2010/11) Panamericano (fino all'a.a. 2010/11) CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO A. Requisiti curriculari Possono accedere al corso di Laurea magistrale coloro che abbiano conseguito un diploma di Laurea triennale (180 cfu) in Italia o all'estero e che abbiano conseguito nei settori disciplinari sotto elencati i seguenti cfu: lingue straniere, o eventuali competenze linguistiche analoghe da accertare nel colloquio di ammissione: 25 per ogni lingua - totale 50 cfu (L-LIN/04, L-LIN/07, L-LIN/12, L-LIN/14, L-LIN/21) letterature straniere: 20 per ogni letteratura - totale 40 cfu (L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/13, L-LIN/21) area storica: 10 cfu (M-STO/04 o SPS/05) area filologica / linguistica: 10 cfu (L-FIL-LET/09, L-FIL-LET/15, L-LIN/21, L-LIN/01, L-LIN/02) letteratura italiana: 5 cfu (L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11). Rappresenta inoltre un requisito di ammissione la conoscenza di base anche operativa degli strumenti informatici, accertata attraverso il conseguimento di almeno 5 cfu nel settore INF-01. Nel caso di un numero di crediti inferiore a quelli indicati, durante il colloquio di ammissione gli studenti dovranno dimostrare l'equivalenza delle loro competenze con i crediti richiesti. B. Requisiti culturali Sono requisiti culturali per l'ammissione, oltre le competenze disciplinari previste dai requisiti curriculari, la capacità di comprendere, rielaborare sinteticamente (in lingua italiana e nelle lingue straniere studiate) discorsi scritti e orali anche di tipo teorico e metadiscorsivo, la capacità di raccogliere e selezionare informazioni pertinenti al proprio oggetto di studio e/o ricerca, sia attraverso ricerche bibliotecarie che via internet. La verifica del possesso della preparazione personale richiesta avverrà mediante colloquio orale come stabilito all'interno del Regolamento didattico AVVERTENZA: tutti gli studenti che intendano iscriversi al corso di laurea in Lingue e letterature europee e panamericane sono tenuti a presentarsi al colloquio previsto nel mese di settembre (la data esatta è indicata in Approfondimenti > Avvisi e documenti). Anche gli studenti che, rispetto ai requisiti di ammissione, abbiano non più di 15 cfu di debito (di cui non più di 5 per ogni disciplina) si presenteranno al colloquio nel mese di settembre e verranno invitati in quell'occasione, verificati i loro requisiti, a ritornare al successivo colloquio nel mese di dicembre, previo precedente contatto con i docenti referenti delle discipline per le quali vanno colmati i debiti, al fine di concordare il programma previsto per la verifica. È comunque consentita la frequenza ai corsi della laurea magistrale tenuti nel periodo precedente al colloquio di dicembre. Coloro che, pur laureati, non posseggono i requisiti curriculari richiesti, potranno inizialmente iscriversi a corsi singoli e - nell'a.a. successivo - immatricolarsi al corso di laurea magistrale, chiedendo la convalida degli eventuali crediti formativi acquisiti in aggiunta a quelli necessari per integrare il requisito mancante. LABORATORI DIDATTICI Il corso di laurea propone ogni anno alcuni laboratori didattici nell'ambito dell'offerta di Laboratori didattici LM e un Laboratorio dedicato dal titolo "Usi, scopi e funzioni della traduzione letteraria e saggistica nella formazione umanistica" che si prefigge di introdurre gli studenti ai problemi della traduzione in campo letterario e critico. Alla teoria si affianca una parte pratico-applicativa, in cui gli studenti si eserciteranno nella traduzione di testi della lingua e letteratura che hanno scelto. TIROCINI Sono periodi di formazione professionalizzante che possono essere effettuati come attività complementare o alternativa ai laboratori didattici. Il Corso di laurea magistrale in Lingue e letterature europee e panamericane mantiene numerosi contatti con aziende e istituzioni del territorio, nonché con enti e organizzazioni internazionali con i quali l'Ateneo ha stabilito convenzioni. L'esperienza di tirocinio permette non solo di maturare una conoscenza diretta delle mansioni e problematiche proprie del contesto lavorativo selezionato, ma anche di stabilire rapporti che possono condurre a successive collaborazioni. In particolare, si sottolinea come i tirocini all'estero svolti all'interno di questo corso permettano agli studenti di maturare una preparazione professionale, linguistica e culturale spendibile presso aziende e/o enti del territorio. Gli studenti possono trovare altre informazioni nella sezione Campus e servizi > Servizi per gli studenti > Orientamento > Tirocini - orientamento in itinere. [-]

CdL magistrale Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il corso fornisce competenze utili per la commercializzazione di beni e servizi, le attività associate alle pubbliche relazioni, la redazione e la revisione di testi, l'interpretariato e la traduzione nonché per la ricerca linguistica. Al contempo, il corso fornisce le competenze e i crediti richiesti per l'avviamento al percorso di formazione degli insegnanti della scuola secondaria di primo e... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI La Laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale consente allo studente di acquisire: competenze di livello elevato in due lingue straniere strumenti metodologici di analisi testuale e di trasposizione linguistica, nonché conoscenze culturali delle aree geografiche connesse alle lingue studiate principi teorici e applicativi fondamentali di informatica, di linguistica e delle discipline sociali, economiche e giuridiche, utili per operare nell'ambito della comunicazione e cooperazione internazionale. L'offerta formativa di elevato profilo coniuga insegnamenti linguistici e insegnamenti in ambito economico e giuridico-sociale. È prevista l'acquisizione graduale di competenze avanzate, necessarie per diversificare e mettere a profitto i contenuti in diversi settori lavorativi, in contesti nazionali e/o sovranazionali. Al tempo stesso, è destinata particolare cura al potenziamento di competenze e contenuti finalizzati alla ricerca. Finalità prioritaria del corso di studi è lo sviluppo di conoscenze linguistiche e metalinguistiche, per fornire allo studente gli strumenti d'analisi di prassi comunicative in contesti professionali. Le attività in aula sono integrate da lavori seminariali anche con interventi di esperti esterni (v. Laboratori didattici LM), provenienti soprattutto da aziende, istituzioni europee e imprese di servizi linguistici, nell'ottica di avvicinare lo studente alla realtà operativa di settori diversi. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Il percorso formativo crea figure professionali flessibili, in grado di assumere funzioni di elevata responsabilità di natura tecnica, di coordinamento, gestione, mediazione, formazione e comunicazione. I molteplici ambiti lavorativi di sbocco sono quelli che richiedono le conoscenze e abilità comunicative sopra descritte, specie in contesti a vocazione nazionale e/o internazionale caratterizzati da dinamiche di comunicazione e cooperazione interculturale. Il corso fornisce competenze utili per la commercializzazione di beni e servizi, le attività associate alle pubbliche relazioni, la redazione e la revisione di testi, l'interpretariato e la traduzione nonché per la ricerca linguistica. Al contempo, il corso fornisce le competenze e i crediti richiesti per l'avviamento al percorso di formazione degli insegnanti della scuola secondaria di primo e di secondo grado. In particolare si segnalano i seguenti ambiti: aziende commerciali, manifatturiere e di import-export studi professionali e di servizi linguistici pubblica amministrazione, strutture del volontariato, enti locali organizzazioni internazionali, settori della cooperazione e degli aiuti allo sviluppo enti e istituzioni nel settore dell'integrazione economica, sociale e culturale enti pubblici nell'ambito della tutela delle lingue immigrate e più in generale in rapporto alla legislazione linguistica dell'Unione Europea istituzioni governative, centrali e decentrate, nei settori della cultura, dei beni culturali e ambientali e dello sviluppo locale, in funzioni connesse al settore della comunicazione e cooperazione internazionale. Insegnanti di Lingue straniere nella scuola secondaria di primo e secondo grado (accesso al percorso formativo) REQUISITI PER L'ACCESSO Sono ammessi, previo superamento dl un colloquio individuale, i laureati nella Classe delle lauree in lingue e culture moderne (Classe L-11 ex D.M. 270/04; classe 11 ex D.M. 509/99 o diploma di laurea quadriennale con ordinamento ante D.M. 509/99), oppure titolo accademico straniero equipollente; i laureati nella Classe delle lauree in mediazione linguistica (Classe L-12 ex D.M. 270/04; classe 3 ex D.M. 509/9 o diploma di laurea quadriennale con ordinamento ante D.M. 509/99), oppure titolo accademico straniero equipollente. I laureati in altre classi di laurea o con titolo universitario straniero equipollente sono ammessi a condizione che abbiano acquisito almeno 54 CFU nei settori scientifico-disciplinari (SSD) qui di seguito indicati: almeno 24 CFU per ognuno di due SSD tra i seguenti: SSD L-LIN/04, L-LIN/07, L-LIN/12, L-LIN/14, L-LIN/21, L-OR/21, per un totale di 48 CFU; almeno 6 CFU nei SSD: L-LIN/01, L-LIN/02, L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/13, L-OR/07, L-OR/12, L-OR/22, L-OR/23, L-FIL-LET/09, L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11, L-FIL-LET/, L-FIL-LET/15, L-ART/01, L-ART/02, L-ART/03, L-ART/04, L-ART/, L-ART/06, L-ART/, M-STO/01, M-STO/02, M-STO/03, M-STO/04, M-STO/05, M-STO/08, SPS/02, SPS/03, SPS/04, SPS/05, SPS/06, SPS/07, SPS/08, SPS/09, SPS/10, M-DEA/01, M-GGR/01; M-GGR/02, M-PSI/01, M-PSI/05, M-PSI/06, M-PED/01, IUS/01, IUS/04, IUS/09, IUS/13, IUS/14, M-FIL/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/04, M-FIL/05, M-FIL/06, INF/01. Indipendentemente dai requisiti curriculari, per tutti i candidati è prevista una verifica della preparazione personale, attraverso un colloquio che accerterà anche le loro competenze linguistiche. Il colloquio avverrà nei tempi e nei luoghi resi noti annualmente alla pagina web di Dipartimento. INDICAZIONI PER LA PROVA DI VERIFICA DELLA PREPARAZIONE PERSONALE – COLLOQUI DI AMMISSIONE La prova di verifica della preparazione personale, condizionata dal possesso dei prescritti requisiti curriculari, è finalizzata a conoscere il livello di preparazione generale dello studente nelle lingue prescelte e l’esistenza di eventuali carenze, per le quali verrà impostata un’attività di recupero che consenta una più proficua frequenza del corso di studio. Il colloquio obbligatorio consente di verificare la motivazione dello studente, accrescere la consapevolezza delle caratteristiche del corso di studio ed eventualmente stimolare un ri-orientamento; inoltre consente di definire ed esplicitare i crediti formativi da assumere preliminarmente all’iscrizione (v. “Cosa fare se mancano i requisiti”). Per le lingue cinese, inglese e russo, il colloquio in lingua verterà sugli studi compiuti dal candidato e sulle motivazioni che ne sottendono l'iscrizione al corso in LMCCI, nonché sulle intenzioni lavorative dopo la laurea. Per le lingue francese, spagnolo e tedesco, il colloquio in lingua partirà da un testo giornalistico e verterà su temi di attualità, con eventuali approfondimenti su questioni di morfosintassi e di lessico di livello B2-C1. COSA FARE SE MANCANO I REQUISITI I laureati che non posseggono i requisiti curriculari richiesti potranno iscriversi a corsi singoli presso l'Università di Bergamo, così da avere i requisiti necessari in tempo utile per la regolare iscrizione alla Laurea Magistrale. I laureati/laureandi provenienti da altro ateneo possono anche iscriversi a corsi singoli del proprio ateneo, pre-iscriversi a LMCCI, sostenere il colloquio di ammissione e iniziare a frequentare. L'iscrizione definitiva sarà possibile dopo aver sostenuto tutti gli esami presso l'ateneo di provenienza. COSA FARE SE SONO DECORSI I TERMINI DI ISCRIZIONE I laureati che non presentino domanda in tempo utile possono comunque iscriversi a corsi singoli per ottenere i requisiti di ingresso o anche, eventualmente, per anticipare alcuni esami. Si immatricoleranno alla laurea magistrale LMCCI l'anno accademico seguente, chiedendo la convalida dei crediti formativi acquisiti. LABORATORI DIDATTICI Il Corso offre ogni anno tre/quattro laboratori didattici dedicati, condotti rispettivamente in lingua inglese e (a turno) in cinese, francese, spagnolo, russo e tedesco. Sono attività applicative volte a sviluppare abilità pratiche inerenti gli impianti teorico-metodologici acquisiti durante i corsi di insegnamento in aula. Grazie alla loro configurazione, i laboratori permettono di acquisire competenze professionalizzanti, fornite da esperti provenienti soprattutto da aziende, dalle istituzioni europee e da imprese di servizi linguistici. Oltre all'attività in aula, ai frequentanti viene richiesta la redazione di lavori individuali che riprendono le tipologie testuali proposte nel corso del laboratorio. Per loro stessa natura, queste attività hanno una valenza interdisciplinare, trasversale ai diversi insegnamenti, che permette di coniugare conoscenze di diversa matrice, con esempi di problem-solving, studi di caso, e simulazioni di situazioni lavorative tipiche dell'ambito professionale di riferimento. I laboratori didattici si svolgono durante il secondo anno e possono essere combinati per un totale di 10 crediti Nell’A.A. 2015/16 sono stati attivati: Laboratorio di francese sulla traduzione per l’audiovisivo Laboratorio di inglese sui generi testuali nella comunicazione aziendale Laboratorio di russo sul linguaggio contrattuale Per l’A.A. 2016/17 sono previsti: Laboratorio di cinese sul linguaggio accademico Laboratorio di inglese sui generi testuali nella comunicazione aziendale Laboratorio di spagnolo sulla traduzione specialistica Laboratorio di tedesco sul linguaggio contrattuale TIROCINI Sono periodi di formazione professionalizzante che possono essere effettuati durante il secondo anno (come attività complementare o alternativa ai laboratori didattici). Il corso di Laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale mantiene numerosi contatti con aziende e istituzioni del territorio, nonché con enti e organizzazioni internazionali europee ed est-europee con cui l'Ateneo ha stabilito convenzioni. L'esperienza di tirocinio permette non solo di maturare una conoscenza diretta delle mansioni e problematiche proprie del contesto lavorativo selezionato, ma anche di stabilire rapporti che possono condurre a successive collaborazioni. In particolare, va rilevato che i tirocini all'estero svolti nell'ambito di questo corso consentono agli studenti di maturare una preparazione professionale, linguistica e culturale spendibile presso aziende e/o enti del territorio. Ulteriori informazioni sulle opportunità di svolgimento dei tirocini sono reperibili alla pagina Tirocini curriculari. INTERNAZIONALIZZAZIONE Il corso di Laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale offre l'opportunità di svolgere all'estero parte del proprio percorso formativo, secondo varie modalità: mobilità di studenti a fini di studio (Programma Erasmus+ in Europa e programmi di scambio extra UE in Russia, Cina, USA e Australia); programma di doppio titolo (possibilità di conseguire il Master II en Commerce international et langues appliquées dell'Università Lumière Lyon2 insieme al diploma di Laurea magistrale); mobilità studenti per tirocini (Erasmus Placement). Tutti questi programmi mirano a offrire agli studenti l'opportunità di acquisire competenze specifiche e una migliore comprensione della cultura socioeconomica del Paese ospitante. Sono previsti contributi comunitari per i periodi di permanenza in Paesi europei e contributi del Servizio per il diritto allo studio o dell'Ateneo per periodi di permanenza in Paesi extra UE. L'accordo di doppio titolo prevede un programma integrato di studio che permette agli studenti iscritti alla LM 38 in Lingue moderne per la Comunicazione e la Cooperazione internazionale di conseguire, contemporaneamente alla Laurea magistrale, il diploma di Master II en Commerce international et langues appliquées (Master CILA) rilasciato dall'Università Lumière Lyon2. Il doppio titolo prevede la frequenza del I semestre del secondo anno di studio (da settembre a marzo) presso l'Université Lumière Lyon2 e un tirocinio di una durata non inferiore a 3 mesi da effettuare in Francia, Italia o paese terzo. Allo studente viene chiesto di seguire un piano di studi, secondo quanto concordato tra i docenti responsabili degli Atenei partner. Il piano di studi è visibile sul bando, all'atto della pubblicazione. La selezione avviene durante il primo anno della laurea magistrale. È richiesta una competenza linguistica di livello C1 in francese, inglese e italiano. La candidatura deve essere presentata entro la scadenza indicata dal bando, esposto nel mese di gennaio. Sono previste borse ERASMUS+ per il periodo del soggiorno in Francia. [-]

CdL magistrale Management, finanza e International Business

Campus A tempo pieno 2 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di laurea magistrale in Management, Finanza e International Business si propone di formare figure professionali in grado di intraprendere carriere manageriali in imprese industriali, commerciali, di servizi e ad alta professionalità, nonché all'interno di intermediari finanziari e di imprese che operano a livello internazionale... [+]

Il Corso di laurea in Management, finanza e International Business è caratterizzato da due indirizzi / curricula, offerti in italiano: Management, Leadership e Marketing (MLM) International Business e Finanza (IBFI) Le modalità di accesso ai curricula sono le stesse. La scelta del curriculum avviene al momento della pre-iscrizione. Il Corso di laurea magistrale in Management, Finanza e International Business si propone di formare figure professionali in grado di intraprendere carriere manageriali in imprese industriali, commerciali, di servizi e ad alta professionalità, nonché all'interno di intermediari finanziari e di imprese che operano a livello internazionale. Particolare attenzione è posta all'internazionalizzazione del percorso di studio; in particolare il corso presenta variegate opportunità internazionali che vanno dagli scambi internazionali alla possibilità di effettuare un percorso di studi strutturato presso una serie di Università straniere. OBIETTIVI FORMATIVI Il percorso formativo è strutturato con l'obiettivo di fornire conoscenze e competenze avanzate nelle principali aree funzionali aziendali, nonché capacità di risolvere le principali problematiche che le aziende affrontano comunemente sia nel mercato nazionale che internazionale. Particolare attenzione è rivolta ai temi del comportamento organizzativo e ai processi di imprenditorialità e di finanza straordinaria, alla creazione di valore nelle imprese, alla governance e ai processi decisionali nelle diverse tipologie di aziende, alle tematiche relative alle politiche di distribuzione e di marketing internazionale e ai processi di internazionalizzazione, nonché ai processi che governano la direzione e la gestione degli intermediari finanziari e i mercati dei capitali. il corso di studio è articolato in due curricula/indirizzi, con obiettivi formativi specifici: Management, Leadership and Marketing (MLM), finalizzato a trasmettere le competenze multi-funzionali e di contesto necessarie a supportare un'efficace gestione aziendale, a sviluppare capacità di individuare e applicare le logiche e gli strumenti più adatti a specifici problemi aziendali, nonché a interpretarli e gestirli. In particolare il corso intende: assicurare agli studenti le conoscenze, le abilità e gli atteggiamenti necessari per operare in ruoli manageriali e imprenditoriali all'interno delle aziende o come consulenti aziendali trasmettere le conoscenze specialistiche relative ai processi di governo, di gestione, di organizzazione nei vari tipi di aziende e di aggregati interaziendali sviluppare le abilità e gli atteggiamenti personali di ascolto, di gestione delle tensioni, di lavoro in gruppo, di apprendimento innovativo, di iniziativa, di assertività e di leadership sperimentare lo sviluppo dei processi di cambiamento imprenditoriale in aziende di piccola, media o grande dimensione. L'indirizzo si caratterizza per la presenza di metodi didattici innovativi e interattivi che consentono agli studenti di svolgere un ruolo chiave nel percorso di studio e di approfondire concreti casi aziendali, attraverso l'utilizzo di case study, role playing, testimonianze, simulazioni, nonché svolgere ricerche specifiche su temi di particolare interesse. International Business and Finance (IBFI), finalizzato a offrire un'approfondita conoscenza multidisciplinare sul funzionamento delle imprese internazionali, dei mercati e degli intermediari finanziari con riferimento alle tematiche sia di governo sia di gestione. In particolare, il corso intende: sviluppare capacità logiche e competenze specialistiche utili al fine di analizzare e interpretare i fenomeni finanziari nazionali e internazionali fornire strumenti per la comprensione e la gestione dei processi del credito, della finanza, del risk management, della compliance, della tesoreria degli intermediari finanziari rafforzare le conoscenze riguardanti l'operatività delle aziende multinazionali in merito alle funzioni gestionali, strategiche, finanziarie, produttive e di marketing. Nel corso degli studi saranno utilizzati strumenti di didattica attiva quali presentazioni di casi aziendali, testimonianze di esponenti aziendali, lavori di gruppi per consentire l'approfondimento su tematiche di attualità e di rilevante interesse economico finanziario. La didattica utilizzata consente, in particolare, una sovrapposizione tra approcci teorici e operatività d'azienda che oltre a favorire un continuo confronto, consentiranno l'acquisizione di competenze e professionalità spendibili in diversi contesti aziendali. CRITERI D'ACCESSO AL CORSO L'ammissione alla Laurea magistrale è soggetta a un processo di valutazione atto ad attestare l'idoneità del candidato; tale processo si basa su requisiti curriculari e sulla verifica della adeguata preparazione dello studente. L'ammissione alla Laurea magistrale sarà deliberata da una Commissione di valutazione istituita a tale scopo dal Consiglio di corso di studio, che si baserà sull'analisi della carriera accademica e sulla valutazione degli esiti di eventuali test/colloqui di accesso. Per quanto riguarda la conoscenza della lingua inglese, viene richiesto, come prerequisito all'ammissione un livello certificato B1 o equivalente (la conoscenza della lingua si ritiene equivalente al livello B1 qualora il candidato abbia acquisito almeno 3 cfu di lingua inglese nel percorso triennale) La documentazione che attesti il livello di conoscenza richiesto deve essere consegnata prima della data ultima fissata per finalizzare l'iscrizione. Per accedere alla Laurea magistrale in Management, Finanza e International Business il candidato deve inoltre possedere conoscenze coerenti con il progetto formativo della suddetta Laurea. TIROCINIO Il percorso formativo prevede, inoltre, la possibilità di svolgere attività di tirocini e stage presso aziende o in società di consulenza direzionale. L'esperienza di tirocinio può essere svolta presso aziende e organizzazioni pubbliche e private nazionali e internazionali. L'attività di tirocinio è disciplinata nel Regolamento delle attività di tirocinio e coordinata dalla commissione tirocini della Facoltà. Referente per le attività di orientamento, stage e placement è la prof.ssa Daniela Andreini. Due portali dell'Ateneo di Bergamo consentono un incontro efficace tra aziende e studenti/laureati: - ESSE3 (sistema gestionale adottato dall'Ateneo anche per altri processi) per le procedure amministrative necessarie per il convenzionamento, l'attivazione di un tirocinio o uno stage e per la pubblicazione gratuita di offerte di tirocinio o di lavoro (http://sportello.unibg.it/esse3/Home.do) - MPS per l'acquisizione gratuita delle liste dei propri laureati (http://www.unibg.it/tirocini) L'Ateneo di Bergamo, inoltre, incentiva la mobilità all'estero, anche laddove il tirocinio non sia previsto nel piano di studi. In supporto alla mobilità, il Servizio Orientamento e Programmi Internazionali propone ai propri studenti e laureati la partecipazione ai seguenti progetti: - Erasmus Plus traineeships (tirocini in Europa per studenti) - Leonardo da Vinci (tirocini in Europa per laureati) conclusosi a maggio 2015 - Sprint e Prime (tirocini negli USA per studenti) - Euromondo (tirocini in tutto il mondo per laureati). PROVA FINALE La prova finale consiste nella preparazione e nella relativa discussione di una dissertazione scritta, elaborata dal candidato sotto la supervisione di un relatore: la dissertazione deve dimostrare capacità critica e contenere elementi di originalità. Le modalità di svolgimento sono disciplinate nel rispettivo Regolamento. OPPORTUNITÀ INTERNAZIONALI In MAFIB ci sono molti programmi internazionali, tra cui: Boarding Pass: un programma didattico internazionale di sei mesi in collaborazione con Freie Universität Berlin (DE), Iéseg University of Lille (F), Technische Universität Chemnitz (D), University of Washington Bothell (Seattle - USA). Complementary Degree Program in Global Business: un anno di programma didattico in collaborazione Higher School of Economics di Nizhny Novgorod (Russia) e Johannes Kepler Universität di Linz (Austria) Per l’anno accademico 2016-2017 sarà siglato un agreement con Geneva School of Economics and Management. Erasmus traineeships: gli studenti possono ricevere una borsa di studio per svolgere il proprio tirocinio nei Paesi della Comunità Europea CRCC Asia: gli studenti possono ricevere una borsa di studio per svolgere il proprio tirocinio in Cina. Euromondo: gli studenti possono ricevere una borsa di studio per svolgere il proprio tirocinio in tutto il mondo. [-]

CdL magistrale Psicologia clinica

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il laureato magistrale in Psicologia clinica svolge attività di ricerca scientifica e psicosociale, conduce attività di diagnosi e di intervento psicologico e psico-sociale, utilizza gli strumenti appresi (colloquio individuale, familiare e di gruppo, strumenti psicodiagnostici, consulenza, interviste, tecniche di intervento, ecc.) per attività di consulenza e intervento individuale, familiare e... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea magistrale in Psicologia clinica si pone i seguenti obiettivi specifici di formazione sulle conoscenze e competenze: un'avanzata preparazione sulle teorie, i metodi e le tecniche della psicologia clinica e dinamica che ne includa i presupposti epistemologici e la dimensione biologica una padronanza degli strumenti operativi che contraddistinguono le principali forme di intervento clinico la capacità di condurre e di progettare in autonomia professionale interventi sul campo di tipo valutativo-diagnostico, preventivo e consulenziale su individui, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni una preparazione sui metodi che gli consentano una piena comprensione delle ricerche cliniche e le competenze di base per progettare e realizzare ricerche in campo clinico capacità di valutare la qualità e l'efficacia degli interventi propri e altrui acquisizione di conoscenze sulla deontologia e responsabilità professionale e capacità di assumere la responsabilità degli interventi centrati sull'individuo, sulla famiglia, sui gruppi e sulle organizzazioni. I laboratori ad alta specializzazione, condotti in piccoli gruppi, consistenti in esercitazioni e esperienze reali o simulate relativi a campi di pertinenza dei settori M-PSI/08, M-PSI/07, M-PSI/05 sono finalizzati a trasmettere competenze sui metodi diagnostici e di intervento. La frequenza dei laboratori è obbligatoria. Sono previste attività extra-universitarie e di soggiorni di studio presso altre Università italiane e straniere, anche nel quadro di accordi internazionali. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Il laureato magistrale in Psicologia clinica svolge attività di ricerca scientifica e psicosociale, conduce attività di diagnosi e di intervento psicologico e psico-sociale, utilizza gli strumenti appresi (colloquio individuale, familiare e di gruppo, strumenti psicodiagnostici, consulenza, interviste, tecniche di intervento, ecc.) per attività di consulenza e intervento individuale, familiare e di gruppo, in diversi contesti di intervento pubblico, privato o del terzo settore, sull'individuo, nei gruppi, in comunità e nelle istituzioni. Svolge la sua attività in strutture pubbliche, private e del terzo settore in ambito clinico e sociale, effettua interventi soprattutto nelle condizioni di psicopatologia, di dipendenza, di disagio sociale; collabora con istituzioni (sanità, magistratura, scuola) per la prevenzione, la promozione del benessere e della salute, la diagnosi e l'intervento di situazioni di disagio individuale e sociale, nonché di psicopatologia; può anche operare come libero professionista in studi privati o associazioni professionali. Il ruolo professionale, chiaramente identificabile e ben consolidato nel mondo del lavoro, è quello di laureato magistrale in discipline psicologiche con la possibilità di iscrizione alla sezione A dell'Ordine degli Psicologi. Il corso prepara alle professioni di Specialisti in scienze psicologiche e psicoterapeutiche. CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO Per essere ammessi al Corso di laurea magistrale in Psicologia clinica occorre essere in possesso di un titolo di laurea triennale che presenti almeno 88 cfu in materie dei settori scientifico-disciplinari M-PSI. Tale criterio è coerente con il percorso formativo complessivo indicato dal Progetto Europsy e dalla Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Psicologia, volto a garantire una solida e coerente base formativa, a rendere trasparente e identificabile la formazione e la figura professionale del laureato magistrale in psicologia, e aumentare la possibilità di inserimento nel mondo del lavoro. Il Regolamento didattico del Corso disciplina le modalità di verifica dell'adeguatezza della preparazione personale. [-]

CdL magistrale Scienze pedagogiche

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il corso di Laurea magistrale in Scienze pedagogiche sviluppa e potenzia i contenuti culturali e gli obiettivi formativi appresi da studenti/sse dei corsi di Laurea triennale in Scienze dell'educazione, Filosofia, Servizio sociale, Psicologia. È molto utile anche per laureati/e non a ciclo unico in Giurisprudenza e per laureati/e in Economia o Scienze politiche che intendono specializzarsi nel... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche offre la possibilità di optare fra due indirizzi: Vulnerabilità sociale e marginalità Formazione e lavoro Il corso si propone nel suo complesso di formare figure professionali in grado di analizzare, progettare, gestire e dirigere i processi educativi e formativi complessi rispettivamente attivati nei servizi pubblici e privati volti alla persona o al lavoro. DESTINATARI Il corso di Laurea magistrale in Scienze pedagogiche sviluppa e potenzia i contenuti culturali e gli obiettivi formativi appresi da studenti/sse dei corsi di Laurea triennale in Scienze dell'educazione, Filosofia, Servizio sociale, Psicologia. È molto utile anche per laureati/e non a ciclo unico in Giurisprudenza e per laureati/e in Economia o Scienze politiche che intendono specializzarsi nel campo professionale dei servizi formativi interni ed esterni alle aziende pubbliche e private e nei servizi al lavoro attualmente previsti dalla normativa. ASPETTI CARATTERIZZANTI La Laurea magistrale mira nel suo insieme alla promozione delle seguenti competenze: progettare, realizzare e verificare interventi di sviluppo e di miglioramento della funzionalità pedagogica esistente in istituzioni, organizzazioni e servizi coordinare, realizzare e valutare interventi formativi nelle dimensioni formali, non formali e informali delle pratiche educative, avvalorando il contributo delle risorse sociali di rete e le nuove tecnologie della comunicazione riconoscere, valutare e certificare le competenze maturate dai soggetti in situazioni non formali e informali di apprendimento, di vita e di lavoro conoscere e applicare gli strumenti metodologici di tipo qualitativo e quantitativo necessari per lo studio, la progettazione e il monitoraggio di interventi formativi nelle comunità e nelle imprese, mediando fra saperi esperti e pratiche correnti coordinare e supportare gli/le operatori/trici degli interventi educativi e formativi nell'individuazione delle situazioni di difficoltà organizzativa, relazionali e tecnico-didattiche di origine individuale, sociale o culturale e nelle modalità con cui affrontarle lungo l'intero arco di vita, valorizzando il rapporto mente-natura, la sostenibilità e le pratiche che da essa derivano, l'attenzione agli stili di vita, ai consumi, alle risorse storiche, artistiche, paesaggistiche, sociali e partecipative operare nell'ecologia della relazione e della formazione sociale con gli approcci e le tecniche della partecipazione, della mediazione, della cooperazione e della facilitazione, in un'ottica di prevenzione e di inclusione, sensibile ai temi delle differenze e delle marginalità in tutte le età della vita. INDIRIZZO VULNERABILITÀ SOCIALE E MARGINALITÀ: PROFILO PROFESSIONALE L'indirizzo Vulnerabilità sociale e marginalità mira alla promozione delle figure dello/a psicopedagogista e del/la consulente pedagogico/a, figure professionali capaci di leggere e interpretare i problemi dei processi educativi nella società contemporanea caratterizzata dalla globalizzazione, dall'irruzione delle nuove tecnologie della comunicazione e dall'avvento di nuove forme della marginalità sociale e personale. Inoltre, si propone l'attivazione e il sostegno degli interventi di orientamento, tutorato, genitorialità e delle reti di supporto sociale e culturale, operando anche in contesti di comunità e/o scolastici, in collaborazione con le altre competenze professionali istituzionali e non istituzionali previste dalla normativa. INDIRIZZO FORMAZIONE E LAVORO: PROFILO PROFESSIONALE L'indirizzo Formazione e lavoro mira alla promozione delle figure del Consulente per la formazione e dell'Esperto per i servizi al lavoro. Anche come professionista autonomo/a o associato/a in cooperative, la prima figura opera prevalentemente nelle imprese e nelle istituzioni per i temi della formazione in ingresso e continua del personale, per la riconversione professionale e per la riqualificazione educativa delle organizzazioni private e pubbliche; le seconda figura assicura alle imprese pubbliche e private, ma anche alle istituzioni scolastiche, la consulenza relativa alla progettazione, alla gestione e alla valutazione dei processi formativi connessi agli apprendistati, ai tirocini e agli stage; alla formazione specifica o di sistema dei tutor aziendali e scolastici; all'organizzazione delle attività di alternanza scuola-lavoro in una prospettiva interistituzionale e territoriale e di tutte le competenze relative all'orientamento, al placement e al matching tra domanda e offerta di lavoro oggi svolte dalle agenzie per l'impiego e dalle istituzioni scolastiche e universitarie. MATERIE CARATTERIZZANTI Pedagogia del lavoro Valutazione e certificazione delle competenze Pedagogia della marginalità Pedagogia dei diritti umani Pedagogia speciale Scienze della globalizzazione Sociologia dell'educazione Sociologia dei fenomeni collettivi Psicopedagogia SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Il corso prepara allo svolgimento in forma autonoma, coordinata o subordinata delle responsabilità professionali di: Coordinatore/trice di servizi socio educativi territoriali Psicopedagogista Consulente pedagogico/a Specialista della gestione dei processi di formazione e aggiornamento nella pubblica amministrazione o nelle reti di imprese private Specialista in risorse umane Specialista nell'organizzazione formativa del lavoro e nei processi di formazione e aggiornamento sul lavoro Specialista nei processi di riconoscimento, valutazione e certificazione delle competenze Docente dell'istruzione e formazione professionale secondaria (Cfp) e superiore (Its, Ifts) Specialista dei processi di alternanza scuola lavoro e nell'organizzazione formativa degli apprendistati, dei tirocini e degli stage Consigliere/a dell'orientamento e del placement Direttore/trice didattico/a di asili nido e di altri servizi per l'infanzia (ludoteche pedagogiche, cooperative per Tagesmutter, per l'assistenza educativa ospedaliera ecc.) MODALITÀ DI ACCESSO Accedono direttamente al Corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche gli studenti che abbiano acquisito una laurea triennale di primo livello in Scienze dell'educazione e della formazione (L-19). Accedono altresì i laureati in Filosofia (L-5), Scienze e tecniche psicologiche (L-24), Servizio sociale (L-39), Sociologia (L-40), Economia (L-33), Giurisprudenza (L-14), Storia (L-42) o nelle corrispondenti classi di laurea previste dal DM 509/99 con almeno 10 crediti in area pedagogica, che possono essere verificati anche tramite colloquio individuale. [-]

Economia MD E Mercati Globali (in Lingua Inglese)

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Il Master in Mercati Economia e globale è parte del programma internazionale dell'Università degli Studi di Bergamo; è interamente in lingua inglese e la Facoltà è in parte composta da studiosi internazionali. [+]

Il Master in Mercati Economia e globale è parte del programma internazionale dell'Università degli Studi di Bergamo; è interamente in lingua inglese e la Facoltà è in parte composta da studiosi internazionali. EGM è un master progettato per soddisfare la crescente domanda di quegli studenti che cercano una laurea che combina una solida formazione in economia e tecniche quantitative con una conoscenza approfondita della Comunità europea e del contesto economico e istituzionale globale. Nell'era dell'informazione, la globalizzazione e di profondi cambiamenti istituzionali in tutta Europa e le principali economie industrializzate, gli studenti nei mercati Economia e mondiali saranno incoraggiati a sviluppare un pensiero critico e esaminare il dibattito economico da diversi punti di vista; gli studenti saranno lalso guadagnare come valutare l'impatto dei cambiamenti normativi, regolamentari e le istituzioni che governano il funzionamento dei prodotti, del lavoro e dei mercati finanziari. Gli obiettivi principali dell'analisi sono le performance delle imprese pubbliche e private, nonché le prospettive di crescita dei paesi e delle organizzazioni. Il corso fornisce solide basi economiche, conoscenze istituzionali e strumenti statistici ed econometrici necessarie per lo svolgimento del mercato e analisi di settore, valutazioni di impatto e scenari di previsione anche a livello di impresa. Il corso comprende una vasta gamma di settori economici, compresi l'economia internazionale, economia industriale, economia del lavoro, politiche pubbliche e macroeconomia. è previsto l'apprendimento in una prospettiva internazionale; l'ambiente è aperta ai contributi di studiosi e studenti internazionali; tirocini, stage e periodi di apprendimento, sia in Italia che all'estero sono incoraggiati e assistiti. Attività didattiche e piccole classi favoriscono lavoro di squadra, capacità relazionali e argomentative e competenze linguistiche, che rafforzerà le competenze economiche specifiche e si preparano a carriere professionali di alto livello. opportunità internazionali DOPPIA LAUREA Grazie ad un accordo di doppio titolo tra l'Università di Bergamo e l'Università di Treviri (Germania), studenti iscritti in EGM viene offerta la possibilità di frequentare il secondo anno della laurea master presso l'Università di Treviri e di ottenere una M.Sc.in Economia: l'integrazione economica europea, oltre alla Laurea Magistrale in Economia Mercati e Global formano l'Università di Bergamo. Per ulteriori informazioni contattare il prof. Annalisa Cristini. Erasmus Gli studenti sono incoraggiati a trascorrere un periodo in un'altra università europea, applicando al programma Erasmus o di accordi analoghi che sono stati firmati tra l'Università di Bergamo e altre Università. Per un certo numero di università europee non esiste una mappa pronta per l'uso che collega insegnamenti svolti al EGM a quelli che gli studenti possono frequentare all'estero in sostituzione del precedente. Per ulteriori informazioni contattare il prof. Elena Cefis e del prof. Annalisa Cristini. PROSPETTIVE DI CARRIERA I laureati sono tenuti a competere con successo per i lavori a imprese e istituti finanziari, nella consulenza, nelle istituzioni pubbliche e imprese nazionali e internazionali. I laureati avranno lo scopo di ruoli che richiedono capacità di relazionarsi con i partner internazionali, per valutare la validità dei cambiamenti istituzionali e normativi, di politiche economiche, nonché di programmi e investimenti specifici, in cui sono richiesti autonomia di giudizio e la capacità decisionale. Esempi di settori specifici in cui i laureati di EGM possono dare preziosi contributi, sia in aziende private ed enti pubblici, sono: previsioni macroeconomiche e la valutazione delle politiche economiche analisi di mercato, la valutazione della concorrenza e struttura di regolamentazione di settori specifici valutazione del rischio paese scenari energetici e le prospettive di crescita sostenibile la valutazione della crescita economica e del potenziale dei mercati emergenti rapporti con le autorità di regolamentazione. AMMISSIONE STUDENTI INTERNAZIONALI I candidati sono tenuti conoscenza della lingua inglese corrispondente al livello B2, secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER). I candidati che non abbiano presentato il relativo certificato con il pre-domanda è chiesto di superare un test di lingua inglese. I candidati dovranno anche presentare un colloquio individuale, al fine di verificare se soddisfano i requisiti di ammissione. Gli studenti non UE residenti all'estero devono applicare attraverso gli uffici italiana (Ambasciata o Consolato) nel loro paese dal 10 Luglio 2015. Per ulteriori informazioni e per una procedura di pre-valutazione si prega di contattare l'Ufficio Ammissione International o il Coordinatore. Gli studenti provenienti da un paese dell'UE seguono le stesse norme di ammissione degli studenti italiani. Gli studenti con un diploma di laurea ITALIANA Per gli studenti in possesso di un diploma di laurea italiano in classi di 18 o 33 (Economia e Commercio) è necessario un punteggio minimo di 80/110 nella laurea. Per gli studenti in possesso di un diploma di laurea italiano in categorie diverse 18 o 33 è necessario un punteggio minimo di 90/110 nella laurea e un minimo di complessivi 24 CFU in uno o più dei seguenti settori: economia, business e management, Statistica, Matematica, Diritto. In tutti gli altri casi, gli studenti saranno chiamati per un colloquio. [-]

Master In Economia Dei Mercati E Globali (in Lingua Inglese)

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

EGM è un master progettato per soddisfare la crescente domanda di quegli studenti che cercano una laurea che combina una solida formazione in Economia e tecniche quantitative con una conoscenza approfondita del mercato europeo e il contesto economico e istituzionale globale. [+]

Obiettivi EGM è un master progettato per soddisfare la crescente domanda di quegli studenti che cercano una laurea che combina una solida formazione in Economia e tecniche quantitative con una conoscenza approfondita del mercato europeo e il contesto economico e istituzionale globale. Nell'era dell'informazione, della globalizzazione e di profondi cambiamenti istituzionali in tutta Europa e le principali economie industrializzate, gli studenti di Economia e Global Markets sarà imparare a valutare gli impatti delle modifiche normative, regolamentari e le istituzioni che governano il funzionamento dei prodotti, del lavoro e dei mercati finanziari . Gli obiettivi principali dell'analisi sono le performance delle imprese pubbliche e private, nonché le prospettive di crescita dei paesi e delle organizzazioni. Il corso fornisce solide basi economiche, conoscenze istituzionali e strumenti statistici ed econometrici necessarie per lo svolgimento del mercato e analisi di settore, valutazioni di impatto e scenari di previsione anche a livello di impresa. Il corso comprende una vasta gamma di settori economici, compresi l'economia internazionale, economia industriale, economia del lavoro, politiche pubbliche e macroeconomia. L'apprendimento è prevista in una prospettiva internazionale; l'ambiente è aperto ai contributi di studiosi e studenti internazionali; tirocini, stage e periodi di apprendimento all'estero sono incoraggiati e assistiti. Queste attività consentiranno ai laureati di sviluppare il linguaggio, relazionali e le competenze decisionali che rafforzeranno le competenze economiche specifiche e si preparano a alto livello carriere professionali. Opportunità di carriera I laureati sono tenuti a competere con successo per i lavori a imprese e istituti finanziari, nella consulenza, nelle istituzioni pubbliche e imprese nazionali e internazionali. I laureati avranno lo scopo di ruoli che richiedono capacità di relazionarsi con i partner internazionali, per valutare la validità dei cambiamenti istituzionali e normativi, di politiche economiche, nonché di programmi e investimenti specifici, in cui sono richiesti autonomia di giudizio e la capacità decisionale. Esempi di settori specifici in cui i laureati di EGM possono dare preziosi contributi, sia in aziende private ed enti pubblici, sono: previsioni macroeconomiche e la valutazione delle politiche economiche analisi di mercato, la valutazione della concorrenza e struttura di regolamentazione di settori specifici valutazione del rischio paese scenari energetici e le prospettive di crescita sostenibile la valutazione della crescita economica e del potenziale dei mercati emergenti rapporti con le autorità di regolamentazione. [-]

Master In Pianificazione E Gestione Dei Sistemi Turistici (in Lingua Inglese)

Campus A tempo pieno 2 anni October 2017 Italia Bergamo

Progettazione e gestione dei sistemi turistici è parte del programma internazionale dell'Università degli Studi di Bergamo ed è organizzato in due corsi master tenuti in italiano e in inglese. [+]

OBIETTIVI Per raggiungere la competenza di alto livello che permette agli studenti universitari di lavorare nelle industrie e servizi turistici e di ospitalità, nonché nella promozione e nello sviluppo di prodotti turistici innovativi e di eventi culturali Per dare agli studenti universitari la possibilità di analizzare il turismo in termini di processi territoriali multiscala e nel contesto della mobilità contemporanea, nell'ambito della legislazione nazionale ed europea Per offrire la possibilità di definire le caratteristiche antropologiche-geografica e luoghi culturali di luoghi turistici, al fine di promuovere la sostenibilità attraverso i principi di partecipazione e di responsabilizzazione sociale Per capire la metodologia di ricerca per la pianificazione dello sviluppo e di valore principali concetti teorici regionali e turistici relativi al business Per offrire le competenze, così come gli strumenti digitali e cartografiche, per la pianificazione e il coordinamento dei progetti di turismo culturale e ambientale nella pubblica amministrazione Per insegnare le competenze di base per lo sviluppo, la gestione e la promozione dei prodotti culturali rilevanti per rappresentazioni viaggi e turismo (racconti, blog, film, video-clip, brochure, script televisivi, siti internet). OPPORTUNITÀ DI CARRIERA posizioni di alto livello di responsabilità che richiedono la capacità di lavorare in istituzioni governative centrali e decentrate, nei settori del turismo, della cultura, del patrimonio culturale e l'ambiente, nonché per lo sviluppo di prodotti culturali locali attività gestionali riguardanti la valorizzazione del patrimonio culturale e dell'ambiente Planner di eventi culturali e di svago, sia su un grande e piccola scala La pianificazione dei servizi turistici, con particolare attenzione sul turismo sostenibile e responsabile e alle dinamiche della mobilità contemporanea analista culturale e mediatore, scrittore progetto e valutatore Trainer di operatori nel settore turistico Ricercatore nel campo del turismo. CONTENUTO Elenchiamo qui di seguito i corsi che saranno lanciati durante l'anno accademico 2015/2016. Per ogni corso sono riportati e, se necessario, spieghiamo le seguenti caratteristiche: Disciplinare Settore Scientifico (secondo la classificazione italiana) Denominazione del corso Gli obiettivi principali del corso Criteri di valutazione AMMISSIONE Le iscrizioni sono accettate con un debito massimo di 40 cfu / ECTS. La versione italiana del sito mostra una Simulazione (template) per ogni corso di laurea specialistica attivati. test di ingresso Colloquio individuale. È necessaria una buona conoscenza della lingua inglese sia per gli studenti italiani e stranieri (livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue). RICONOSCIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE Gli studenti in possesso di una laurea italiana (primo livello), con crediti in lingue straniere, arti e discipline territoriali socio-economico-hanno requisits per l'applicazione al Master. Gli studenti in possesso di una laurea straniera (primo livello) possono applicare al Master dopo il riconoscimento dei loro certificazioni in base ai criteri del Ministero italiano. Se necessario, le certificazioni saranno valutati durante colloqui individuali. STAGE Durante il secondo anno gli studenti sono tenuti a frequentare stage attività- sia in Italia che all'estero- legate ai loro studi e alla loro esame finale. Questi sono in conformità con gli accordi tra l'Università e le organizzazioni di accoglienza, e sono strettamente monitorati da tutor e docenti accademici. TUTORING Il Dipartimento offre un servizio di tutoraggio finalizzato ad aiutare gli studenti neo-iscritti, aiutando e consigliando loro per quanto riguarda i loro studi e nella compilazione del loro piano di studi. [-]

Master In Psicologia Clinica Per Gli Individui, Le Famiglie E Le Organizzazioni (in Lingua Inglese)

Campus A tempo pieno October 2017 Italia Bergamo

Lo scopo del Corso di Laurea è quello di preparare un nuovo psicologo professionista che è in grado di affrontare non solo i problemi personali dei singoli, coppie e famiglie, ma anche con i problemi legati al lavoro, il loro sviluppo nelle imprese, istituzioni e organizzazioni non-profit. [+]

Obiettivi Lo scopo del Corso di Laurea è quello di preparare un nuovo psicologo professionista che è in grado di affrontare non solo i problemi personali dei singoli, coppie e famiglie, ma anche con i problemi legati al lavoro, il loro sviluppo nelle imprese, istituzioni e organizzazioni non-profit. Oltre a lezioni, i corsi sono caratterizzati da apprendimento attivo attraverso esercizi, giochi di ruolo e il lavoro di gruppo. Gli studenti saranno dati gli strumenti per lavorare in contesti macro-sociale, per promuovere un equilibrio soddisfacente tra le esigenze di obiettivi di empowerment e di business individuali, tenendo conto dello sviluppo sostenibile delle imprese in contesti nazionali e internazionali. In particolare, essi riceveranno una preparazione adeguata per effettuare una selezione del personale, "squadra" e "one to one" di coaching in aziende, istituzioni e organizzazioni non-profit, per gestire le questioni relative alla gestione del processo decisionale, di comunicazione e delle abilità sociali di organizzazioni e istituzioni. Gli studenti potranno anche imparare a progettare interventi di prevenzione mirati non solo a singoli, coppie e famiglie, ma anche alle aziende, istituzioni e organizzazioni non-profit. [-]

Md Internazionale Di Gestione, Imprenditorialità E Finanza (inglese)

Campus A tempo pieno 2 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Master of Science in IMEF, totalmente in lingua inglese, è l'evoluzione dei curricula inglese del Master MAFIB. IMEF è un'esperienza di apprendimento di due anni che si avvicina la dinamica di International Management, imprenditorialità, e della finanza. Questo Master prepara gli studenti a sviluppare le competenze hard e soft necessarie per diventare manager di successo, imprenditori, analisti e consulenti. [+]

Il Master of Science in IMEF, totalmente in lingua inglese, è l'evoluzione dei curricula inglese del Master MAFIB. IMEF è un'esperienza di apprendimento di due anni che si avvicina la dinamica di International Management, imprenditorialità, e della finanza. Questo Master prepara gli studenti a sviluppare le competenze hard e soft necessarie per diventare manager di successo, imprenditori, analisti e consulenti. IMEF offre un ambiente internazionale, fornendo agli studenti l'opportunità di lavorare con i colleghi internazionali, professori e dirigenti: più di 20 professori di MAFIB provengono da università internazionali primari in tutto il mondo: Stati Uniti, Canada, Australia, Regno Unito, Irlanda, Germania , Austria, Francia e, naturalmente, Italia. IMEF ha forti relazioni con le imprese italiane che stranieri: ogni anno, gli studenti partecipano a più di 55 stage in tutto il mondo (in Europa, negli Stati Uniti, in Africa e Oceania). Così, in linea con le esigenze del mercato del lavoro, gli studenti impareranno a lavorare in modo efficace in contesti economici, sociali e finanziarie multiculturali. SOGGETTI DI APPRENDIMENTO Gli studenti possono scegliere tra due diversi curricula: Management, imprenditorialità, Marketing e Social Change (MEMS) si concentra su imprenditorialità, la strategia di innovazione di business, decisione di gestione, leadership globale, gestione del cambiamento, gestione del marketing digitale e di nuovi modelli sociali di consumo. Gli studenti potranno sviluppare la capacità di risolvere problemi complessi in contesti multiculturali, al fine di diventare futuri imprenditori più consapevoli, manager e consulenti. Coordinatore: Prof. Mara Bergamaschi e il Prof. Daniela Andreini Gestione e delle Finanze per Marlets internazionali (MAFIM) si concentra sulla gestione del commercio internazionale, gestione del business internazionale, finanza aziendale, gestione dei rischi e l'analisi dei dati quantitativi per la finanza. Gli studenti potranno sviluppare competenze e capacità di riconoscere nuove opportunità nei mercati internazionali, per analizzarli e prendere la decisione corretta, per regolare rapidamente le strategie commerciali e finanziarie, di adattarsi ai cambiamenti nelle pratiche commerciali internazionali. Coordinatore: Prof. Giovanna Zanotti e il Prof. Gianpaolo Baronchelli A CHI IMEF sono destinatari IMEF è rivolto agli studenti che cercano una preparazione gestionale multidisciplinare e internazionale (finanza, commercio internazionale, commercio internazionale, gestione, Leadership e gestione delle risorse umane, marketing e imprenditorialità) e un ambiente in cui sviluppare competenze multidisciplinari, competenze operative e comportamentali attraverso la formazione e viva voce sull'apprendimento. METODI DI INSEGNAMENTO I metodi di insegnamento applicati in IMEF mirano a sviluppare competenze innovative di analisi quantitativa e qualitativa, insieme con la capacità di lavorare in contesti multiculturali, le strategie per operare nei mercati globali, gli strumenti strategici e operativi di operare nelle istituzioni finanziarie. Per questo motivo, in tutti i corsi istruttori adotteranno le attività di formazione innovativi e dinamici, come laboratori, simulazioni, discorsi e casi di studio. Inoltre, in corsi e programmi specifici, le società parteciperanno attivamente con gli studenti, che lavorano insieme per co-sviluppare nuove conoscenze e competenze. opportunità internazionali IMEF porta gli studenti di tutto il mondo, grazie a numerosi programmi internazionali, come ad esempio: Carta d'imbarco: un programma internazionale di sei mesi in collaborazione con Freie Universität di Berlino, IESEG Università di Lille (F), Technische Universität Chemnitz (D), Università di Washington Bothell (Seattle - USA). Maestro congiunta in Global Business: programma di un anno in collaborazione con la Scuola Superiore di Economia di Nizhny Novgorod (Russia) e Johannes Kepler Universität di Linz (Austria). Per gli anni accademici 2016-2017 nuovi accordi saranno segno, vale a dire la scuola di Ginevra di Economia e Management. Erasmus gli stage: gli studenti possono ricevere una borsa di studio per lo stage in un paese dell'UE. CRCC Asia: gli studenti possono ricevere una borsa di studio per lo stage in Cina. Euromondo: gli studenti possono ricevere una borsa di studio per stage in tutto il mondo PROSPETTIVE DI CARRIERA I laureati sono attesi per competere con successo per i lavori nelle imprese, istituzioni finanziarie, in società di consulenza, in imprese nazionali ed internazionali, o anche avviare un'attività imprenditoriale. 85% dei laureati in MAFIB in inglese (a partire dal 2016 IMEF) trova un lavoro entro 12 mesi dalla laurea Maestro, Esempi di settori specifici in cui laureati IMEF possono dare contributi preziosi sono: manager e / o junior manager in commercializzazione e l'importazione di marketing digitale e export Manager Junior Entreprenerial venture (in start-up o le imprese familiari) manager delle risorse umane key account manager direttore delle vendite responsabile del progetto risk manager analista di finanza consulente di finanza Junior manger finanza Junior manager in banche e intermediari finanziari AMMISSIONE STUDENTI INTERNAZIONALI I candidati sono una B2 livello di inglese, secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER). I candidati devono anche sottoporsi ad un colloquio individuale (anche attraverso Skype) al fine di verificare se soddisfano i requisiti di ammissione. Per informazioni su come applicare, modulo di pre-iscrizione, test di ammissione e l'iscrizione, si prega di seguire i link qui sotto: studenti in entrata Erasmus - Il corso segue le regole generali del programma di cambio ufficiale. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito Studiare in Italia - Applicazione IMEF e contattare l'ufficio internazionale - o il direttore del programma. studenti di scambio UE Extra in arrivo - Il corso segue le regole generali del programma ufficiale di Exchange. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito Studiare in Italia - Applicazione IMEF e contattare l'ufficio internazionale - o il direttore del programma. studenti laurea in cerca di un paese dell'UE - Gli studenti provenienti da un paese dell'UE seguono le stesse norme di ammissione degli studenti italiani. Gli studenti con un diploma di laurea ITALIANA Per gli studenti in possesso di un diploma di laurea italiano in classi di 18 o 33 (Economia e Commercio) è necessario un punteggio minimo di 80/110 nella laurea. Per gli studenti in possesso di un diploma di laurea italiano in categorie diverse 18 o 33 è necessario un punteggio minimo di 90/110 nella laurea e un minimo di complessivo 60 cfu in uno o più dei seguenti settori: almeno 18 cfu in Economia , Impresa e Management + Statistica, Matematica, legge. Tutti i candidati sono tenuti a livello B2 inglese, secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER). [-]

Video

University of Bergamo - Our present is your future

Contatto
Indirizzo
Università degli studi di Bergamo
via Salvecchio 19

Bergamo, 24129 IT